×

Palio di Siena, vince il cavallo senza fantino della contrada Selva

Il Palio di Siena 2019 se lo aggiudica la contrada Selva, grazie a Remorex, il cavallo senza fantino guidato da Giovanni Atzeni.

palio di siena
palio di siena

La contrada Selva si è aggiudicata il Palio di Siena di oggi, venerdì 16 agosto. Nonostante si trovasse in quarta posizione, il cavallo senza fantino (detto anche cavallo scosso) ha trionfato sul Bruco. Una sconfitta che ha il sapore amaro per la contrada del Bruco che già assaporava la vittoria. La linea del traguardo del Palio di Siena, dedicato alla Madonna Assunta, è stata tagliata da Remorex, il cavallo guidato da Giovanni Atzeni detto ‘Tittia’. La vittoria arriva a pochi mesi di distanza dalla vittoria del Palio Straordinario dello scorso ottobre, dove fu sempre Remorex a tagliare il traguardo con la Tartuca.

Palio di Siena, il vincitore

La contrada Selva ha trionfato sul Bruco nonostante la sua quarta posizione per gran parte della gara. Per il vincitore del Palio di Siena del 2019 c’è la consegna del drappo d’oro disegnato da Milo Manara.

Il premio, inoltre, raffigura la Vergine ricordando i colori utilizzati dal pittore Tiziano ne l’Assunta. Il tessuto di seta arancione è sfumato con punte di rosso e adornato da un mantello azzurro. A partecipare alla gara sono state 10 contrade: Aquila, Bruco, Chiocciola, Drago, Istrice, Oca, Onda, Pantera, Selva e Torre. La vittoria è stata contesa soprattutto per la presenza di coppie rivali e per la sete di vittoria di alcune contrade che da anni non trionfano (ad esempio La Pantera, La Chiocciola e il Bruco). In mattinata, infine, ha trionfato in Piazza del Campo, la contrada Istrice, con in gara il fantino Andrea Coghe. Lo scorso 2 luglio, nel Palio dedicato alla Madonna di Provenzano aveva vinto la Giraffa, strappando la coppa a La Chiocciola, che da 20 anni attende la vittoria.


Classe 1998, cresciuta condividendo il sogno del padre. Veronese di origini, ma milanese acquisita. Studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società" con un grande sogno nel cassetto: costruire una carriera internazionale e un nome nel giornalismo politico. Amante dei viaggi e curiosa rispetto ai fatti di attualità, insegue con determinazione il suo obbiettivo.


Contatti:

Contatti:
Laura Pellegrini

Classe 1998, cresciuta condividendo il sogno del padre. Veronese di origini, ma milanese acquisita. Studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società" con un grande sogno nel cassetto: costruire una carriera internazionale e un nome nel giornalismo politico. Amante dei viaggi e curiosa rispetto ai fatti di attualità, insegue con determinazione il suo obbiettivo.

Leggi anche