×

14 febbraio 2004: muore Marco Pantani, 17 anni senza il “Pirata”

Quel 14 febbraio 2004 il mondo sportivo piangeva la morte del "Pirata" Marco Pantani, e ancora oggi il ricordo è più vivo che mai

14 febbraio 2004 pantani
14 febbraio 2004 pantani

Era esattamente il 14 febbraio del 2004 quando il mondo del ciclismo e dello sport italiano pianse la scomparsa di Marco Pantani, morto a Rimini per overdose. A 17 anni di distanza, rimane vivido il ricordo del “Pirata” che ha incantato e fatto innamorare milioni di italiani, e che un giorno sperano di sapere la verità sulla morte del campione.

14 febbraio 2004: il ricordo di Pantani

Il 14 febbraio si festeggia San Valentino, il giorno degli innamorati, ma dopo la gioia di passare del tempo con il partner, sale anche la tristezza per il ricordo del Pirata Marco Pantani, morto esattamente il giorno di San Valentino del 2004.

Pantani venne ritrovato senza vita nella sua stanza del Residence “Le Rose” di Rimini, a causa di un’overdose di cocaina.

Un colpo al cuore per i milioni di affezionati del ciclista che lo avevano sempre venerato come un dio, perché con i pedali sotto i piedi effettivamente incarnava qualcosa di divino.

Il ricordo è vivido a distanza di 17 anni, così come le inchieste giudiziarie sul caso del suo decesso. La madre Tonina non si è mai persa d’animo e in questi lunghi anni ha sempre difeso il figlio dalle calunnie di doping, perché a volte la realtà non è quella che appare.

Rimangono ancora molti dubbi sulla scomparsa del Pirata, e negli anni anche le fake news non hanno di certo contribuito a redimere l’immagine del ciclista. Tonina afferma tuttora che i killer abbiano ucciso e poi simulato l’overdose del figlio, per spiare le indagini.

Tra filmati e nuove testimonianze, la morte di Pantani è diventato il caso più intricato del mondo sportivo. Tuttora si ricerca quella verità che potrebbe finalmente concedere la pace eterna al campione di Cesena, che tanto meriterebbe.

Contents.media
Ultima ora