Squirting, tutte le tecniche per l'eiaculazione femminile
Squirting, tutte le tecniche per l’eiaculazione femminile
Sesso & Coppia

Squirting, tutte le tecniche per l’eiaculazione femminile

Squirting, tutte le tecniche per l'eiaculazione femminile
Squirting

Lo squirting è l'antica arte dell'eiaculazione femminile. Molto più complessa di quella maschile, la tecnica va appresa con costanza e pazienza.

Lo squirting, come lo definiscono in molti, è l’antica arte dell’eiaculazione femminile. Indubbiamente complessa, conseguenza di un fenomeno che è in parte fisico e in parte mentale, ogni donna è predisposta allo squirting. Tuttavia, il blocco psicologico è, nella maggior parte dei casi, reale e per godere in pieno, sia del partner che del rapporto sessuale, è fondamentale individuare e superare l’ostacolo.

Squirting

Lo squirting dovrebbe essere una costante del rapporto sessuale. Questa antica arte dell’eiaculazione femminile, che non può di certo essere appresa come per magia, è in parte fisica e in parte mentale. Fisicamente, ogni donna è predisposta all’abilità dello squirting, ma il blocco psicologico, che ha origine in cause che possono essere diverse e, giustamente, variare anche da donna in donna, rende impossibile questa esplosione di piacere. Uno dei maggiori impedimenti all’eiaculazione femminile è dato dal fatto che, molto spesso, il fluido rilasciato viene confuso per urina. Nei paragrafi che seguono spiegheremo come questa sensazione, in realtà, sia normale e comune a molte donne, ma deve necessariamente essere superata affinché si possa godere a pieno sia del rapporto sessuale che del proprio partner.

Perché il rapporto di coppia funzioni, è necessario che vi sia complicità, non solo nell’intimità ma anche nella vita quotidiana.

Approfondiremo la questione più avanti, ma è sempre bene ribadire come le due sfere debbano compensarsi reciprocamente affinché la relazione funzioni e si possa dare vita alla realizzazione di progetti concreti. Molte coppie, con il tempo, tendono a sfaldarsi proprio perché manca la complicità in entrambe le sfere. A volte, questa, all’apparenza, è presente solo in una delle due sfere. Per questo motivo, ma anche per questioni più profonde, sia che l’interessato sia l’uomo e sia che l’interessata sia la donna, quando ci si rende conto di avere un problema, la prima cosa da fare è quella di parlarne con il partner, affinché cercare di individuare la causa, per affrontarla e risolverla.

Nel caso si tenti, ma si fallisca, sarà poi il caso di valutare un consulto con personale esperto e competente, che aiuti la coppia a risolvere il problema. Quello che si ignora, infatti, la maggior parte delle volte, è che la condizione in cui un partner è coinvolto, inevitabilmente, si ripercuote anche sull’altro, affliggendolo.

Per questo è importante lavorare sinergicamente per superare l’ostacolo una volta per tutte.

Lo squirting, in sostanza, è un fenomeno complesso ma, allo stesso tempo, una tecnica che può essere appresa e migliorata con il tempo, semplicemente superando le convinzioni obsolete e vivendo a pieno il momento. Non abbiate alcun timore di sperimentare e, soprattutto, non temete di sentirvi diverse. Ogni donna è un caso a se stante, il risultato di esperienze e vissuti specifici e differenti, per cui la diversità deve necessariamente essere vista come un privilegio, un qualcosa in più, ma mai come un ostacolo.

Le tecniche da provare

Esattamente al pari degli uomini, ogni donna ha l’abilità fisica di squirtare, ovvero, eiaculare, ma a differenza dei primi, le seconde, per fare in modo che questo accada, hanno bisogno di spingere sul tasto giusto. L’eiaculazione femminile è normale, la differenza è che ad alcune succede, altre non hanno ancora imparato a farlo, mentre altre ancora si trattengono.

In sostanza, se una donna non ha mai squirtato prima d’ora, semplicemente, non ci ha mai provato o non si è mai lasciata andare abbastanza affinché questo succedesse.

Imparare a squirtare, all’inizio, potrebbe non essere così semplice come si pensa, ma se volete che il vostro corpo esploda dal piacere e desiderate provare uno dei migliori orgasmi della vostra vita, allora dovreste imparare a farlo. Imparare a squirtare non è esattamente la stessa cosa che imparare una nuova posizione sessuale, dove sarà sufficiente imitare quello che si vede sull’immagine o il diagramma presenti in un libro oppure online. Non a caso, sono ancora molte le donne che non hanno appreso l’antica arte dell’eiaculazione femminile, certamente più complessa di quella maschile, poiché questa è in parte fisica e in parte mentale. Lo squirting non si apprende come per magia, al contrario, occorre molta concentrazione e tenacia.

L’incapacità di molte donne di squirtare è legata alla confusione che queste avvertono nel momento dell’eiaculazione, durante il quale confondono questo bisogno con la sensazione di dover fare la pipì.

Sebbene questo sia possibile, in realtà il fenomeno è molto raro. Il fluido dell’eiaculazione proviene dalla ghiandola di Skene, l’equivalente della prostata maschile, che si trova appena sopra il punto G e vicino alla vescica. Quando la ghiandola di Skene viene stimolata, questa si riempie di fluido, che verrà rilasciato attraverso l’uretra, lo stesso canale attraverso il quale passa l’urina. Avvertire la sensazione di dover fare la pipì al momento dell’eiaculazione, confondendo le due esigenze, pertanto, è normale, ma è necessario lasciarsi andare, liberando la mente, perché non è urina il fluido che fuoriesce.

Per poter squirtare durante il rapporto sessuale, vi sono delle tecniche a cui fare riferimento qualche minuto prima. Prima di concedersi al proprio partner, ad esempio, potrà essere opportuno bere molta acqua, così da liberare la vescica e, durante il rapporto sessuale, sarà necessario non arrivare subito al dunque, ma prepararsi fisicamente e psicologicamente con dei preliminari, che dovranno durare da un minimo di quindici minuti fino ad un massimo di trenta. Quando si è finalmente nel pieno dell’eccitazione, sarà molto importante concentrarsi su se stesse e trovare il Punto G, che lo riconoscerete subito perché è molto simile a un lampone bagnato, morbido e leggermente increspato.

A questo punto dovreste iniziare a fare pressione, alternando una pressione più lieve a una pressione più forte, assecondando le vostre esigenze. Più aumenta la pressione, più verrà stimolata la ghiandola di Skene, avvicinando sempre di più il momento dell’eiaculazione. Questo momento sarà cruciale, perché se avete paura che quello che verrà rilasciato non sia fluido, ma urina, allora molto probabilmente non riuscirete a squirtare. Al contrario, se superate la convinzione e vi lasciate andare, vivrete il migliore orgasmo di tutta la vostra vita.

Lo squirting è una tecnica complessa, che non la si raggiunge come per magia, ma occorre molta pratica ed esercizio, da fare da sole, quando si è rilassate, o in coppia, se avete piena fiducia nel vostro partner. D’altro canto, molte donne non riescono ad eiaculare in presenza del proprio partner. Questa condizione non va assolutamente vissuta come un problema, al contrario, come una condizione normale, che accomuna molte donne. Ogni donna è diversa dalle altre e ogni donna ha i suoi tempi, per cui, prendete anche voi la quantità di tempo che ritenete necessaria per voi stesse.

Infine, una questione importante da capire è che, mentre la maggior parte delle donne eiacula e raggiunge l’orgasmo nello stesso momento, molte altre possono raggiungere l’orgasmo senza squirtare e viceversa. Di conseguenza, non abbiate timore se le due cose non succedono contemporaneamente, perché è normale per ogni donna. Succederà con il tempo. Nel frattempo, non scoraggiatevi e continuate ad esercitarvi.

Femmax per lo squirting

L’incapacità di alcune donne di lasciarsi andare dipende da diversi problemi, prevalentemente di natura psicologica. Ogni donna dovrebbe affrontare e superare il problema che la affligge e la blocca per lasciarsi andare e godere del proprio partner e del rapporto sessuale. Solo in questo modo i rapporti sessuali saranno soddisfacenti e la vita di coppia subirà il passaggio ad un livello successivo, migliore del precedente. Capire quale sia il problema di fondo che blocca la libido di una donna è complesso, per questo, in alcuni casi, si dovrebbe richiedere l’aiuto di un esperto, ma anche perché ogni donna è il risultato di un vissuto e di esperienze che sono differenti. Fortunatamente, oggi molto più che in passato, la donna insoddisfatta può fare affidamento a dei rimedi che, oltre a superare il problema di fondo, la aiutano a rilassarsi e lasciarsi andare alla passione, così come dovrebbe essere.

Il rimedio di cui oggi vi parliamo nella nostra guida prende il nome di Femmax. Si tratta di un prodotto assolutamente naturale che, durante il rapporto sessuale, va a stimolare i recettori giusti, al momento giusto, per permettere ad ogni donna di godere pienamente sia del partner che del rapporto sessuale. Le relazioni intime di una coppia, infatti, non vanno mai né trascurate né ignorate. Perché la coppia funzioni è necessario che vi sia complicità sia dentro che fuori il letto, poiché per stare bene, restare insieme nel tempo e costruire progetti reali, le due sfere devono potersi compensare reciprocamente. Quando l’intimità inizia a vacillare, vedere che il rapporto con il partner inizia a sfaldarsi può solo essere una conseguenza naturale. Per saperne di più, consigliamo di cliccare sulla seguente immagine

femmax

Quando una donna ha dei problemi con la sua intimità, dunque, dovrebbe, prima di tutto, parlarne con il partner, rivolgersi poi ad un esperto che la aiuti a individuare e a superare il blocco e, nel nostro caso, affidarsi ad un rimedio che la aiuti a lasciarsi andare, sprigionando ogni suo desiderio intimo, per vivere una sana relazione di coppia e rapporti sessuali soddisfacenti.

Femmax è un integratore assolutamente naturale perché si compone di principi attivi che sono naturali. Tali principi attivi, combinati insieme, contribuiscono in maniera sinergica ad aumentare la libido sessuale e l’eccitazione femminile, facendo in modo che vi sia una soddisfazione intima piena, rapporto dopo rapporto. Fondamentalmente, iniziare il trattamento con Femmax vuol dire dare libero sfogo a delle emozioni che si consolidano poi nel tempo. Femmax è un integratore che può essere assunto da ogni donna e a tutte le età, senza la preoccupazione di incorrere in spiacevoli effetti indesiderati. Approvato dalla comunità scientifica, infatti, Femmax si compone di ingredienti naturali che, pertanto, rendono il prodotto efficace e sicuro al 100%. Ma cosa cambia dai 1000 prodotti simili presenti sul mercato? Che femmax supporta davvero il piacere femminile e non ha controindicazioni

Femmax, essendo un prodotto esclusivo, può essere acquistato direttamente dal sito ufficiale della casa di produzione del prodotto. Prenotate l’integratore compilando il modulo di acquisto, in ogni suo punto e in maniera corretta. Attendete la telefonata di un incaricato che, provvederà a confermare i vostri dati e ad evadere l’ordine. Femmax si paga in contrassegno, ovvero, direttamente al corriere, al momento della consegna. Non sono previste spese di spedizione.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche