×

Stupro: due anni ed otto mesi ad Amantino Mancini

default featured image 3 1200x900 768x576

Mancini1

Amantino Mancini è stato condannato a due anni ed otto mesi di prigione per stupro.

Questo il verdetto emesso dal gup di Milano Laura Marchiondelli al termine del processo con rito abbreviato (e quindi conseguente riduzione di un terzo della pena, visto che la richiesta era di tre anni ed otto mesi) che ha visto imputata l’ex ala di Inter, Milan e Roma. Dieci mesi di prigione per favoreggiamento sono stati inflitti all’amico Gerardo Eugenio do Nascimento, che avrebbe spinto la ragazza a ritirare la querela.

La violenza sessuale sarebbe stata consumata tra l’8 ed il 9 dicembre 2010 quando, dopo una festa in un locale milanese organizzata da Ronaldinho al termine della partita di Champions tra Milan ed Ajax, Mancini si offrì di accompagnare a casa la modella dopo un malore accusato dalla stessa.

In realtà il giocatore la condusse nella propria abitazione dove avrebbe abusato della donna, nota nel mondo della televisione brasiliana, procurandole anche delle escoriazioni (da cui l’accusa di lesioni aggravate).

La ragazza ha in seguito ritirato la denuncia ottenendo un risarcimento danni in via stragiudiziale. Mancini, che al tempo militava nell’Inter, ora gioca nell’Atletico Mineiro.

Contents.media
Ultima ora