×

Su quali piante si appoggiano le farfalle Vanessa Cardui

default featured image 3 1200x900 768x576
Vanessa cardui photo 3 300x300

Le Vanessa Cardui (painted ladies) sono una delle più grandi specie di farfalle esistenti.

Sono state trovate in tutti i continenti a eccezione dell’Australia e dell’Antartico, hanno un habitat flessibile e flessibili sono anche nella scelta delle piante su sui appoggiarsi. Le larve delle Vanessa cardui hanno però differenti bisogni di quelle adulte, anche riguardo alle piante.

Le farfalle da giardino

Spesso, le persone progettano i loro giardini per attirare un certo tipo di animale. I giardini per le farfalle sono molto popolari e attraggono una vasta varietà di farfalle.

Le farfalla migratorie, come le Vanessa Cardui, tendono a visitare i giardini per un periodo per poi continuare la loro migrazione alla ricerca di temperature adatte. Le piante usate da queste farfalle includono joe-pye weed (erba con fiorellini rosa o viola), blazing star (fiori grandi giallo pallido), bee balm (erbe aromatiche con fiori tubolari), flox e aster.

Alimenti per le larve

Le femmine adulte Vanessa Cardi cercano le piante adatte per deporre le uova; i bruchi che si svilupperanno si nutriranno di queste piante.

Nelle aree con alte concentrazioni di piante di fagioli, carciofi, piselli o menta, queste farfalle sono spesso considerate un danno perchè i loro bruchi se ne nutrono. Un altro cibo favorito dalle larve sono le piante appartenenti alla famiglia delle Compositae, come girasole e aster ma anche la malva.

Cibo per gli adulti

Le Vanessa Cardi adulte sono più puntigliose, preferiscono i fiori delle Compositae come le zinnie, i girasole e gli aster ma anche le melate.

Farfalle nello spazio

Dato che queste farfalle si adattano a molti climi e condizioni, esse vennero selezionate anche per andare nello spazio. Furono infatti le prime ad uscire con successo dallo stato di crisalide. esse furono portate all’International Space Station dallo Shuttle Atlantis del 2009 come uno degli esperimenti del National Space Biomedical Research sugli effetti della microgravità sugli animali.

BIodich

Contents.media
Ultima ora