SuperEnalotto: centrato il 6 grazie alla Bacheca dei Sistemi
SuperEnalotto: centrato il 6 grazie alla Bacheca dei Sistemi
Cronaca

SuperEnalotto: centrato il 6 grazie alla Bacheca dei Sistemi

SuperEnalotto

Centrato il "6" nell'ultima estrazione del SuperEnalotto. Tanti i fortunati vincitori. I numeri vincenti fanno infatti parte di un sistema.

Centrato il “6” al SuperEnalotto. Nell’ultima estrazione, datata 23 giugno, vinti 51,3 milioni di euro. Non è solo uno, però, il fortunato vincitore ma diverse persone sparse un po’ in tutta Italia. Il “6” del SuperEnalotto è stato centrato infatti grazie ad un sistema che proviene dalla cosiddetta “Bacheca” della Sisal. L’ultimo “6” era stato centrato lo scorso 17 aprile a Caltanissetta, e aveva regalato 130,2 milioni. I numeri vincenti del concorso numero 75 del 23 giugno sono 4, 17, 29, 55, 67, 70. Numero Jolly 72. Numero SuperStar 49.

Estratto il 6 al SupeEnalotto

Ad appena due mesi dall’ultima importante vincita cade nuovamente il Jackpot del SuperEnalotto. L’ultimo “6” era stato infatti centrato lo scorso 17 aprile a Caltanissetta, e aveva regalato 130,2 milioni. Quello del 23 giugno è il secondo “6” realizzato nel 2018. Stavolta, il concorso numero 75 del 23 giugno 2018 ha regalato 51,3 milioni di euro. Si piazza quindi di diritto al 19esimo posto nella classifica dei premi più alti mai assegnati dal gioco.

Come spiega Agipronews, il premio verrà suddiviso in 45 quote da circa 1,1 milione ciascuna.

Ad avere in mano la schedina vincente, infatti, non un singolo fortunato giocatore ma diverse persone sparse un po’ in tutta Italia. I numeri vincenti facevano parte di un sistema proveniente dalla cosiddetta “Bacheca” della Sisal. La “Bacheca” è un portale dove le ricevitorie Sisal di tutta Italia possono comprare quote di sistemi per poi rivenderle ai loro clienti. Ciascuna quota è stata venduta al prezzo di sette euro.

Non è la prima volta che il “6” viene assegnato grazie alla Bacheca di Sisal. Fu proprio questo tipo di sistema a regalare infatti, in passato, il Jackpot più alto della storia del SuperEnalotto. Il 30 ottobre 2010 furono vinti ben 177,7 milioni, suddivisi in 70 quote da 24 euro ciascuna.

Dove sono state vendute le schedine vincenti

I fortunati possessori della schedina vincente del SuperEnalotto, estrazione del 23 giugno, sono sparsi un po’ in tutta Italia, da Milano a Reggio Calabria. A Casal Fiumanese (provincia di Bologna) una tabaccheria però aveva acquistato dalla Bacheca di Sisal cinque quote del sistema, per un montepremi vinto pari a 5,5 milioni di euro. A Borgo San Lorenzo, in provincia di Firenze, una edicola ha invece venduto quattro quote (4,5 milioni di euro). Vendute tre quote vincenti anche in un tabacchi di Campobasso e due, invece, a Medicina (comune in provincia di Bologna) e ad Atripalda (Avellino).

Jackpot di ripartenza

Dopo questa vincita, il Jackpot di ripartenza del prossimo concorso del SuperEnalotto (estrazione del 26 giugno 2018) ammonterà a 6,6 milioni di euro. Il montepremi è calcolato in base a tutti i concorsi successivi all’ultimo “6” in cui non sono stati realizzati dei 5+. Nel dettaglio, la metà incrementa il Jackpot in palio mentre l’altra metà andrà a formare il montepremi di ripartenza.

Dove riscuotere la vincita

I fortunati possessori di una schedina vincente del SuperEnalotto, se giocata in una ricevitoria, possono chiedere la riscossione del premio presentando il tagliando ad uno degli Uffici Premi di Sisal entro 90 giorni dall’estrazione. Se la giocata è stata effettuata online si dovrà invece presentare la stampa della schedina vincente, un documento di identità valido ed il codice fiscale.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche