×

Terza dose, Abrignani: “Così il vaccino protegge fino a 5/10 anni. Speriamo di darlo anche ai bambini”

"Non c’è motivo di rifiutare il vaccino. Ora speriamo di poterlo dare anche ai bambini. Green pass strumento efficacissimo", dichiara l'immunologo.

terza dose Abrignani

L’immunologo Abrignani ha commentato la necessità di procedere a ritmo spedito con la somministrazione della terza dose di vaccino anti-Covid, sottolineandone l’utilità e l’importanza. Inoltre, ritiene fondamentale l’uso del green pass per contenere la diffusione del virus, evitando che una persona infettata entri in contatto con una sana.

Terza dose, Abrignani: “Garantisce l’innesco di una memoria immunologica più duratura”

Alle parole del commissario Figliuolo fanno eco quelle dell’immunologo Abrignani, per il quale la terza dose “va fatta soprattutto perché garantisce l’innesco di una memoria immunologica più duratura e quindi una copertura più completa. Unito a mascherina e rispetto del distanziamento, mitiga di molto il rischio pur non annullandolo”.

L’esperto è favorevole al richiamo booster anche per gli under 60.

Infatti, ha spiegato: “Non è una decisione straordinaria, nel mondo della vaccinologia la terza dose distanziata dalle prime due, per persone che non hanno mai visto un certo microrganismo, è la normalità. Il nostro sistema immunitario come in questo caso, può aver bisogno di questa stimolazione per innescare una memoria di lungo termine che consenta di fare altri richiami non prima di 5/10 anni”.

Per Abrignani chi non si vaccina è frenato “da grandi paure, per questo esitano.

Vanno comprese e aiutate. Più il tempo passa, più sono solide le evidenze sulla sicurezza e l’efficacia dei vaccini. Le loro paure non hanno base scientifica, è irrazionale e rischia di fargli molto male. A 60 anni l’infezione da Sars-CoV-2 può portare alla morte nel 3/4% dei casi”. Parlando dei veri no vax, invece, ha commentato: “Lasciamo perdere. Hanno certezze paranoiche. Le storie sul microchip che ci verrebbe inoculato con i vaccini a mRNA o dei metalli contenuti fra le sostanze inoculate o sulla morte del 10% dei vaccinati sono sciocchezze tali che non sono neanche da discutere.

Terza dose e green pass, il commento di Abrignani

Per Sergio Abrignani il green pass “si è dimostrato uno strumento fondamentale“. Per questo motivo, “è giusto prevedere che continui a costituire un lasciapassare. Mitiga il rischio che una persona infetta entri a contatto con un sano, vaccinato o non vaccinato che sia”.

Quindi ha aggiunto: “Prendiamo il caso di un operatore sanitario vaccinato a gennaio. Fra poco il green pass gli sarebbe scaduto, ma con la terza dose il periodo di validità si allunga di un anno“.

Terza dose e vaccino anti-Covid ai bambini, le parole di Abrignani

Abrignani spera di poter presto somministrare il vaccino anti-Covid anche ai bambini, per immunizzarli ed evitare di farli ammalare: anche se generalmente li colpisce in forma meno grave, di coronavirus si possono ammalare anche i più piccoli.

Spero che il vaccino per l’infanzia sia presto disponibile. È indispensabile togliere al virus la libertà di circolare tra i piccoli che, pur non ammalandosi se non in forma lieve, sono un veicolo di trasmissione”, ha dichiarato.

Contents.media
Ultima ora