×

Terza dose vaccino anti Covid-19, l’Oms si oppone: “Protezione adeguata e per tutti”

L’Organizzazione mondiale della sanità ha intenso specificare alcuni aspetti riguardanti la terza dose del vaccino contro il Covid-19: la situazione.

Terza dose vaccino Covid

La terza dose di vaccino anti Covid-19 è stato l’argomento centrale di una conferenza stampa indetta da Soumya Swaminathan dell’Oms. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, la priorità dovrebbe essere un’altra: l’intenzione è quella infatti di aumentare la copertura vaccinale nei Paesi che non hanno avuto un ampio accesso alle dosi.

 “Al momento i dati non indicano il bisogno di una terza dose” ha dichiarato Swaminathan.

Terza dose vaccino anti Covid-19, il punto 

L’esperta ha parlato di una situazione ancora non del tutto definita, soprattutto in alcuni Paesi dove i vaccini giunti e somministrati non hanno raggiunto una copertura adeguata. “Ci opponiamo fermamente alla terza dose per tutti gli adulti nei paesi ricchi, perchè non aiuterà a rallentare la pandemia.

Togliendo dosi alle persone non vaccinate i booster favoriranno l’emergere di nuove varianti” ha continuato.

Terza dose vaccino anti Covid-19, la situazione 

Un altro esperto che ha commentato la vicenda è Bruce Aylward. “Ci sono abbastanza vaccini per tutti, ma non stanno andando nel posto giusto al momento giusto. Due dosi devono essere date ai più vulnerabili in tutto il mondo prima che i richiami vengano dati a chi ha completato il ciclo, e siamo ben lontani da questa situazione“.

L’obiettivo è infatti quello di immunizzare il mondo intero in maniera sempre più ampia e omogenea.     

Terza dose vaccino anti Covid-19, la polemica 

Nel frattempo il presidente Joe Biden ha annunciato un piano per offrire la terza dose di vaccino contro il Covid-19 a partire dal 20 settembre 2021. Negli Stati Uniti è in arrivo la terza dose del vaccino: secondo gli esperti le due dosi sinora inoculate non sono più sufficienti a garantire una protezione adeguata contro la variante Delta.

Proprio per questo, di conseguenza,  si starebbe pensando di effettuare il richiamo con la terza dose.

Nel frattempo in Italia ha parlato il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, che ha proiettato la diffusione della terza dose a partire da ottobre 2021. La priorità sarà ovviamente data alla popolazione più fragile. “Credo che la terza dose sia necessaria e noi siamo pronti” ha dichiarato l’esponente politico. In Israele il presidente Naftali Bennett ha annunciato la terza dose di vaccino Covid per gli over 60: si tratta del primo Paese al mondo.

Contents.media
Ultima ora