Torino, scuola intossicata di monossido per caldaia guasta
Torino, scuola intossicata di monossido per caldaia guasta
Torino

Torino, scuola intossicata di monossido per caldaia guasta

Torino
A San Giorgio Canavese, vicino Torino, per colpa di una caldaia guasta, i bambini della scuola elementare del paese sono finiti intossicati.

A San Giorgio Canavese, vicino Torino, per colpa di una caldaia guasta, i bambini della scuola elementare del paese sono finiti intossicati.

Una trentina di bambini sono stati ricoverati per una leggera intossicazione di monossido di carbonio. Siamo a San Giorgio Canavese, località vicino Torino. Qui i bambini della scuola elementare “Carlo Ignazio Giulio” sono stati ieri ricoverati in ospedale a causa di una fuga di monossido. La fuga del gas è stata dovuta probabilmente a un malfunzionamento dell’impianto di scarico dei gas dell’edificio scolastico. A finire in ospedale una trentina di alunni della scuola, tutti immediatamente ricoverati con codice verde e con codice giallo. 9 sono i bambini sottoposti a ossigenoterapia con camera iperbarica. 1 solo presenta segni più marcati di intossicazione rispetto ai compagni.

Tra gli intossicati anche 6 insegnanti dell’istituto e 2 collaboratori scolastici. I 9 bambini ricoverati sono stati distribuiti nei vicini ospedale della provincia di Torino. 3 a Ivrea, 3 a Ciriè e 3 a Chiavasso. Tutti e 101 gli altri alunni della scuola elementare di San Giorgio Canavese sono stati sottoposti a visita medica.

Nessuno dei piccoli è grave. Sono tutti in lenta ma netta ripresa.

San Giorgio Canavese, Torino

In questo momento è in corso una conferenza stampa per far chiaro sulla situazione e sull’incidente avvenuto nella scuola. Secondo quanto ricostruito dagli uomini dei servizi di emergenza, pare che già da diversi giorni il problema al sistema di areazione fosse attivo. Già nel 2015 si era verificato un caso simile. Si avevano avuti nei giorni scorsi diversi casi isolati di malori tra i bambini, ma nessuno di questi sembrava riconducibile a una fuga di monossido. Poi Lunedì pomeriggio il panico: arriva l’acme dell’emergenze quanto un nutrito numero di bambini si sente male. A intervenire sul posto tutte le ambulanze disponibili, la piattaforma dei vigili del fuoco e gli uomini delle forze dell’Arma dei Carabinieri. Non ultimo sono intervenuti sul luogo anche il sindaco Andrea Zanusso, la preside della scuola, Filomena Filippis. Assieme alle autorità sul luogo, erano presenti i genitori dei bambini.

Tutti al sentire della notizia si sono precipitati disperatamente verso la scuola per raccogliere i propri figli. Accorsi soprattutto per conoscere le loro condizioni.

Il sindaco

Il sindaco ha nel frattempo ha disposto la chiusura dell’istituto scolastico fino al momento in cui non verranno svelate con sicurezza le cause dell’intossicazione. Intanto i carabinieri indagano per chiarire eventuali responsabilità e dinamiche. In loro supporto i Vigili che monitorano lo stato dello stabile momentaneamente chiuso al pubblico. Il Sindaco Zanusso confida che la Prefettura di Torino darà presto spiegazioni. La scuola riaprirà una volta chiariti i motivi della fuga e apportati i necessari aggiustamenti all’impianto difettoso.

Nel frattempo per correre ai ripari tutti e 101 gli alunni della scuola elementare “Carlo Ignazio Giulio” di San Giorgio Canavese sono stati sottoposti a visita medica. La misura è del tutto cautelare per scoprire eventuali segni tardivi dell’intossicazione ed evitare incidenti di percorso. Nulla può essere tralasciato in un caso come questo.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*