Uccide moglie e figlie: si presenta incatenato in tribunale
Uccide moglie e figlie: si presenta incatenato in tribunale
Esteri

Uccide moglie e figlie: si presenta incatenato in tribunale

Colorado
Colorado

Ha ucciso la moglie incinta e le loro due bambine. Poi si è presentato incatenato davanti ai giudici

Un delitto macabro e folle, perpetrato a danno di coloro che più avrebbe dovuto proteggere e amare. Per l’eternità. Al contrario, Christopher Watts, padre trentatreenne, ha portato via per sempre le sue bambine. Così piccole, avevano tutta la vita davanti. Lui avrebbe dovuto crescerle e aiutarle a intraprendere il travagliato cammino della vita. In preda una brutale ira omicida, l’uomo non ha salvato neppure la moglie, incinta da quindici settimane del loro terzo figlio. Il tragico dramma familiare è stato compiuto in Colorado. Davanti ai giudici l’uomo è apparso incatenato e ha rivelato il peso delle sue colpe.

Dramma in Colorado

Il marito, accusato di aver ucciso la moglie incinta e due giovani figlie, era da poco apparso in un appello televisivo che aveva commosso l’intera nazione. Pregava affinché la sua famiglia, apparentemente scomparsa, facesse presto ritorno a casa. Al contrario, lui era l’unico a sapere tutto: per la prima volta è apparso in tribunale.

Watts non ha proferito parola mentre veniva scortato in aula. Lo sguardo per gran parte dell’udienza.

Colorado

Sebbene le accuse formali non siano state ancora presentate, potrebbe affrontare tre accuse di omicidio e tre accuse di manomissione delle prove. Il giudice Marcelo Kopcow ha detto ai procuratori di presentare le accuse formali entro il lunedì (20 agosto) e ha fissato un’udienza per il giorno seguente, così da rivedere le accuse a carico di Watts.

L’assassinio

Christopher Watts, 33 anni, è stato condotto nella sala del tribunale di Weld County, in Colorado, giovedì 16 agosto 2018. Indossava una tuta arancione e delle catene gli tenevano legati i polsi. Il corpo di sua moglie Shanann Watts, appena un anno maggiore di lui, è stato ritrovato giovedì presso il giacimento di petrolio e gas di Anadarko, dove suo marito Christopher. L’industria si trova vicino a casa loro, a Frederick, nella periferia nord di Denver.

I corpicini senza vita delle due figlie della coppia Bella e Celeste (rispettivamente quattro e tre anni) sono stati trovati nel pomeriggio nello stesso sito.

Tuttavia, secondo i pubblici ministeri madre e bambine sarebbero state uccise nella loro casa. Solo più tardi i corpi sono stati trasferiti sul luogo di lavoro dell’uomo. Shanann era scomparsa lunedì 13 agosto dopo essere tornata da un viaggio di lavoro in Arizona verso l’una di notte. Promuove un integratore per la perdita di peso. Per questo motivo è spesso in viaggio per il Paese, dovendo partecipare a conferenze di vendita. La polizia, infatti, ha riferito che le bimbe hanno trascorso il fine settimana a casa con il padre, mentre la madre era assente per motivi di lavoro.

La testimonianza del padre

Watts ha fatto sapere che lunedì è stata l’ultima volta in cui ha visto sua moglie. Erano circa le 5:15 quando è partito per andare al lavoro. Si è detto preoccupato quando non la moglie ha iniziato a non rispondere più ai suoi messaggi.

I due probabilmente avevano una serie di problemi economici e finanziari alle spalle.

Già nel 2015 hanno presentato istanza di fallimento per sfuggire ai debiti contratti con carta di credito e concentrarsi sul pagamento del mutuo.

Gli amici, tuttavia, hanno detto di non aver mai notato nulla di sbagliato tra la coppia. Erano sereni. A giugno, Shanann ha condiviso un’ecografia del loro terzo figlio su Facebook. In quell’occasione aveva definito Watts “il miglior papà che noi ragazze potremmo chiedere”. Il piccolo, riferiscono i familiari, si sarebbe dovuto chiamare Nico.

Il 33enne ha continuato a lavorare ad Anadarko fino alla notizia del suo arresto, mercoledì 15 agosto. Così ha riferito la società al DailyMail. Shanann è apparsa molto impegnata con i suoi supplementi di marketing. Sui social media vantava viaggi di lavoro a New Orleans, Toronto, Punta Cana nella Repubblica Dominicana, Puerto Vallarta in Messico, Las Vegas e San Diego.

Nei giorni successivi alla scomparsa di Shanann, Watts ha rilasciato diverse interviste. Poche ore prima dell’arresto, aveva espresso le sue ultime dichiarazioni al Today show della NBC, riferendo di non avere idea di dove fossero le sue donne.

Dopodiché sembrerebbe che lo stesso Christopher abbia condotto la polizia al cadavere della moglie. Gli investigatori però non hanno rivelato ciò che ha spinto Watts a fare la sua apparente confessione. La polizia è stata vista mentre rimorchiava il camion dell’uomo, ponendo altre prove in grossi sacchi grigi.

I familiari di Shanann

Adirato, il fratello di Shanann, Frankie Rzucek, ha infervorato i social media. “Non serve un genio per sapere chi è il sospetto. Il mio sangue bolle”. Così ha scritto a poche ore dall’arresto del cognato. La famiglia di Shanann ha rilasciato una dichiarazione condividendo il proprio immenso dolore. “La famiglia è profondamente rattristata per gli inumani omicidi della loro amata figlia e sorella Shanann, del suo bambino non ancora nato e delle sue bellissime figlie Bella Marie e Celeste Cathryn”

“Per favore, permettete alla famiglia e a chi sta vicino di piangere la loro scomparsa in privato”, hanno aggiunto. Nel frattempo, in soli due giorni sono stati raccolti quasi $ 30.000 per aiutare la famiglia di Shanann a pagare le spese funebri.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche