×

Usa, la città di Greenville distrutta dalle fiamme: scene apocalittiche

Greenville, negli Stati Uniti D'America, è stata completamente distrutta dal "Dixie Fire", uno spaventoso incendio alimentato da vento e alte temperature

Greenville distrutta dal fuoco

Dixie Fire” così è stato denominato lo spaventoso incendio che ha completamente devastato la città di Greenville, a nord della California, negli Stati Uniti D’America. Le immagini che circolano in queste ore sul web sono spaventose e mostrano scene al limite dell’apocalittico.

Usa, distrutta la città di Greenville

Un incendio alimentato dai forti venti e dalle alte temperature che caratterizzano il clima arido che si registra negli Usa, ha contribuito all’espansione incontrollata delle fiamme nella città di Greenville, ormai completamente distrutta.

Il rogo si configura come il terzo più grande incendio nella storia della California e il più grande accaduto negli Stati Uniti nel 2021, superando i danni causati dall’incendio di Bootleg in Oregon.

Usa, distrutta la città di Greenville: immagini apocalittiche

Sono immagini di devastazione e spettrali, quelle che provengono da Greenville e circolano in queste ore sul web. Dixie Fire ha devastato la contea di Plumas e i Vigili del Fuoco sono a lavoro senza sosta per evitare che le comunità vicine possano essere colpite dallo stesso destino.

Secondo quanto si apprende da fonti locali, stando alle stime provvisorie effettuate dai Vigili del Fuoco, almeno il 75% delle strutture complessive della città è stato distrutto dalle fiamme.

Attualmente si indaga sulle cause che hanno scatenato l’incendio, sembra che la Utility Pacific Gas & Electric abbia affermato che il rogo potrebbe essere stato innescato dalla caduta di un albero sulle linee elettriche della Utility.

Usa, distrutta Greenville: le strazianti testimonianze dei cittadini

Il New York Times ha riportato alcune strazianti testimonianze di coloro che a causa del Dixie Fire hanno perso tutto; tra loro c’è chi ha perso la casa, l’attività commerciale o magari entrambe le cose.

Ecco una delle dichiarazioni riportate dal noto quotidiano:

“Sembra che sia esplosa una bomba, non è rimasto niente”.

Questo è quanto dichiarato da Ryan Meacher, 37enne, la cui casa è stata una delle tante distrutte dal Dixie Fire a Greenville. Al New York Times, Meacher ha raccontato quanto è stato difficile e straziante vedere parti della città vissute quotidianamente, andare completamente distrutte, come ad esempio la biblioteca, la pizzeria e la sala giochi.

Stando a quanto si apprende dal New York Times, secondo gli ultimi aggiornamenti del 6 agosto 2021, non sarebbero stati registrati feriti, tuttavia sembra che le autorità locali siano alla ricerca di alcuni dispersi.

Contents.media
Ultima ora