×

Vaiolo delle scimmie, esiste un vaccino?

Acquisti in massa per il vaccino Imvanex, approvato per il vaiolo tradizionale ma efficace anche contro quello delle scimmie.

vaiolo scimmie vaccino

È corsa al vaccino per i casi di vaiolo delle scimmie: non ne esiste uno specifico, ma aumentano gli ordini per quello tradizionale.

Aumentano i casi di vaiolo delle scimmie

Attualmente in Spagna ci sono 7 casi confermati e 24 sospetti di vaiolo delle scimmie nella Comunità di Madrid, e un altro possibile caso a Gran Canaria.

Nel vicino Portogallo sono stati notificati 9 casi, il focolaio più grande in Europa.

In via precauzionale, il ministero della Salute sta finalizzando le procedure per l’acquisto di migliaia di dosi di vaccino contro il vaiolo tradizionale. In Europa non esiste un vaccino specifico contro il vaiolo delle scimmie, ma gli esperti pensano che il vaccino contro il vaiolo umano tradizionale possa essere comunque efficace.

Imvanex: il vaccino contro il vaiolo

Il vaccino Imvanex è stato sviluppato dal laboratorio danese Bavarian Nordik. L’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) lo ha autorizzato nel 2013 contro il vaiolo tradizionale, tuttavia negli Stati Uniti è autorizzato anche contro quello delle scimmie. Questo rassicura dunque sulla sua efficacia.

Il siero è in grado di prevenire lo sviluppo della malattia se somministrato nei primi quattro giorni dopo essere entrati in contatto con il virus, mentre attenua i sintomi se somministrato tra il quinto e il dodicesimo giorno.

La procedura di somministrazione

Il vaccino acquistato dalla Spagna non sarà somministrato a tutti, ma solo a contatti di casi confermati, in una strategiaad anello“. Il primo passo, una volta identificato il caso, è isolarlo e vaccinare i suoi contatti monitorando lo sviluppo dei sintomi.

Anche il Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie (ECDC) ha raccomandato di iniettare le dosi a infetti e contatti ad alto rischio.

Contents.media
Ultima ora