×

Variante Omicron, Gallavotti: “Qualcuno la chiama Frankenstein, potrebbe diminuire efficacia vaccini”

La biologa Gallavotti lancia l'allarme sulla variante Omicron e sulla possibilità che possa ridurre l'efficacia dei vaccini. 

variante omicron gallavotti

La biologa Barbara Gallavotti ha espresso la preoccupazione che la variante Omicron possa rendere meno efficaci i vaccini attualmente disponibili, messi a punto all’inizio della pandemia in modo da riconoscere quella proteina Spike che era caratteristica del virus di Wuhan e non le sue mutazioni successive.

Gallavotti sulla variante Omicron

Intervenuta durante la trasmissione Di Martedì in onda su La7, l’esperta ha infatti spiegato che in questi due anni di pandemia si sono sviluppate diverse varianti del virus e “tutto fa pensare che questa potrebbe diminuire un po’ l’efficacia dei vaccini“. Sieri che comunque, ha specificato, rimarrebbero efficaci contro le forme più gravi della malattia.

Commentando le notizie note sulla mutazione, la Gallavotti ha affermato che ha una cinquantina di cambiamenti a suo carico di cui almeno una trentina proprio nella proteina Spike.

Un fatto non positivo perché sono di più dei 23 cambiamenti della Alpha e dei 21 della Beta.

Gallavotti sulla variante Omicron: “Qualcuno la chiama Frankenstein”

Proprio sulle mutazioni “non c’è molto di rassicurante perché la Omicron sembra avere dei cambiamenti caratteristici della variante Beta che aveva una certa capacità di sfuggire ai vaccini” e anche alcuni tipici della Delta “che è bravissima a infettare“. La sua paura, ha concluso, è che possa aver preso il peggio delle due che l’hanno preceduta tanto che “qualcuno l’ha già soprannominata variante Frankenstein“.

Contents.media
Ultima ora