Venerdi 13: perchè è considerato un giorno sfortunato
Venerdì 13: perché è considerato un giorno sfortunato
Curiosità

Venerdì 13: perché è considerato un giorno sfortunato

venerdì 13
venerdì 13

Perché Venerdì 13 è considerato un giorno sfortunato? Andiamo a vedere tutte le risposte al riguardo, elencando le varie curiosità dei superstiziosi.

Venerdì 13 è un giorno considerato sfortunato che accade due volte l’anno ed è temuto da tutti i superstiziosi. La paura che deriva da questo giorno è talmente radicata che lo storico del folklore Donald E Dossay ha coniato un termine per indicarla, la parascevedecatriafobia.

Origine della sfortuna del Venerdì 13

L’origine della sfortuna del numero 13 è legata a differenti episodi come il fatto che Giuda, il tredicesimo apostolo, tradì Gesù. Anche il venerdì è considerato un giorno sfortunato poiché in questo giorno avvenne la Crocifissione, la cacciata dall’Eden dopo che Eva aveva tentato Adamo e il Diluvio Universale. Anche la mitologia scandinava ha una tradizione legata alla negatività del numero 13 poiché prima esistevano solo dodici semidei quando arrivò il tredicesimo era Loki, un personaggio crudele e negativo.

Per questa serie di episodi il venerdì 13 è considerato un giorno sfortunato anche se prima in Italia il giorno considerato sfortunato era venerdì 17 e la prima data era negativa solo per i paesi di lingua spagnola e di cultura greca.

Paura del numero 13

La cultura popolare, legata alla superstizione, propone alcuni esempi che possono indurre sfortuna come ad esempio i viaggi in comitiva da 13 persone; sedersi a tavola in tredici; il venerdì della Crocifissione di Cristo; il numero 13 è bandito da alcuni edifici e il piano viene promosso a 14; nella Formula1 nessuna automobile porta il numero 13 infatti fu rimosso dopo che due piloti rimasero uccisi in due incidenti guidando un’automobile numero 13.

La paura nei confronti del numero 13 risalirebbe alle antiche concezioni astrologiche assiro-babilonesi dato che il numero che lo precede, cioè il 12, era considerato un numero sacro grazie alla facilità con cui era divisibile mentre il 13 era una cifra inutile.

La sfortuna del Venerdì 13

Molte sono le teorie che cercano di spiegare perché la data venerdì 13 è considerata globalmente sfortunata.

Tra le teorie più note quella, prima sconosciuta ai molti, e poi raccontata nel bestseller Il codice Da Vinci di Dan Brown che lega il giorno venerdì 13 alla data del 13 ottobre 1307 in cui alcuni cavalieri templari vennero arrestati. Tuttavia la tradizione nella letteratura occidentale è attestata al XVII secolo e il mito si è realizzato con il bestseller del 1907 Friday the Thirteenth, che racconta di un affarista che cerca di far fallire la borsa proprio in quel giorno.

Venerdì 13, in originale Friday the 13th, è diventato anche una serie di film horror che ha come protagonista Jason Voorhees e appartiene al genere slasher, in cui c’è un maniaco omicida che da la caccia a un gruppo di persone in uno spazio delimitato.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche