×

Ventimiglia, uomo uccide la ex e si suicida: l’annuncio e le minacce su Facebook

A Ventimiglia un uomo ha ucciso la sua ex compagna e poi si è suicidato. Aveva scritto alcune minacce sul suo profilo Facebook.

Antonio Vicari

Antonio Vicari, 65 anni, ha ucciso la sua ex compagna Sharon Micheletti, 30 anni, a Ventimiglia, per poi suicidarsi. L’uomo ha cercato anche di colpire un amico della donna. Su Facebook aveva scritto alcune minacce.

Uomo uccide la ex davanti ad un bar a Ventimiglia

Antonio Vicari ha ucciso l’ex compagna Sharon Micheletti davanti ad un bar di Ventimiglia. L’uomo, prima di commettere il terribile gesto, aveva scritto dei messaggi molto strani, delle vere minacce, sul suo profilo Facebook. “So tutto, vedo tutto, e quando serve arrivo al momento giusto” ha scritto il 6 maggio. “Pensa bene che anche quando dormi, io sono lì molto vicino, figurati quando sei con l’amante: non c’è posto che puoi nasconderti” ha scritto, invece, il 2 giugno.

Poco più di una settimana dopo questo messaggio inquietante l’uomo ha ucciso la sua ex fidanzata in strada, davanti ai passanti, con tre colpi di una pistola calibro 7.65. Ha cercato anche di sparare ad un amico della donna, poi si è tolto la vita. Secondo una prima ricostruzione, i due erano stati insieme ma la loro relazione era finita e da quel momento per la donna era cominciato un vero e proprio incubo.

Sharon Micheletti aveva denunciato più volte Vicari per minacce. L’uomo era già stato in carcere per molestie contro la prima moglie, ma a marzo era tornato libero e aveva iniziato a molestare la seconda ex.

Uomo uccide la ex: aveva organizzato tutto

Antonio Vicari aveva organizzato tutto nei minimi dettagli e su questo non ci sono dubbi. Si è recato al bar di via Tenta, poco lontano dal luogo in cui è stata uccisa Sharon, e aveva già con sé la sua pistola.

L’uomo ha poi visto arrivare la donna in auto, in compagnia di un suo amico. A quel punto si è alzato e ha iniziato a seguirli in auto. La Peugeot che stava guidando l’amico di Sharon si è fermata in via Gianchette e l’uomo è sceso per andare a comprare le sigarette. Antonio Vicari ha approfittato di questo momento per avvicinarsi all’automobile ferma, in cui Sharon era seduta sul sedile del passeggero, e ha sparato tre colpi.

Uomo uccide la ex: la testimonianza

La testimonianza di un uomo che era seduta ad un tavolino del bar insieme alla famiglia è molto importante. “Ho sentito tre colpi, non due, non uno. Erano tre” ha raccontato. Ad Antonio Vicari, però, questi tre colpi non sono bastati. Voleva aggredire anche l’amico della sua ex compagna, che era andato a prendere le sigarette. Lo ha visto entrare nel locale e gli è corso dietro. “Aveva la pistola in mano, è corso qua” hanno raccontato altre persone che si trovavano nel bar. L’uomo ha poi cercato di nascondersi per scappare dal retro, ma la titolare del bar aveva chiuso la porta a vetri perché aveva notato che l’uomo era armato. “Non mi uccidere, io non c’entro niente” gli ha urlato. L’assassino ha deciso di fuggire a piedi verso il fiume, per poi spararsi un colpo alla testa e uccidersi.

Contents.media
Ultima ora