×

“Verità per Lorenzo”: gli amici dello studente morto nell’alternanza scuola-lavoro lanciano un appello

Gli amici di Lorenzo Parelli chiedono la verità sull'incidente in cui ha perso la vita lo studente, che si trovava in alternanza scuola-lavoro.

Studente morto alternanza scuola-lavoro

Verità per Lorenzo Parelli: è questo che chiedono i compagni di classe e gli amici del ragazzo morto durante l’ultimo giorno di alternanza scuola-lavoro.

“Vogliamo la verità”: gli amici dello studente morto nell’alternanza scuola-lavoro uniti per Lorenzo

“Era buono, perché non c’è più? Vogliamo la verità”, chiedono tutte le persone che hanno conosciuto Lorenzo Parelli.

Ma sono anche molti altri i ricordi raccolti tra gli amici a una settimana dalla tragica scomprsa da La Stampa. “Era un caro amico. L’ho conosciuto quand’ero piccolo, aveva la moto come me, facevamo spesso i giri assieme”, dice qualcuno.

Tanti i desideri di Lorenzo raccontanti da chi lo conosceva.

Avevamo numerosi sogni assieme, numerosi progetti”, “so che Lori voleva utilizzare la macchina di suo nonno“, “voleva tantissimo acquistare un’imbarcazione”, hanno infatti condiviso alcuni.

È un dolore indescrivibile, era un ragazzo stupendo“, raccontano i coetanei

“Quando sono venuto a conoscenza dell’accaduto, mi è crollato il mondo addosso. All’inizio non ci credevo e tuttora non sono ancora riuscito a realizzare tutto. È un dolore che proviamo tutti, indescrivibile”, ha dichiarato un coetaneo.

Era un ragazzo veramente stupendo, se avevi bisogno di aiuto era sempre disponibile, non ti diceva mai di no. Riguardo la sua esperienza durante questo stage, mi ha detto che si trovava veramente bene, sia con gli operai sia per quello che gli facevano fare. La mattina diceva che si svegliava veramente felice di andare a svolgere questo lavoro”, ha raccontato un compagno di classe.

“Abbiamo trascorso bellissimi momenti assieme, ora vogliamo capire cosa è successo”, chiedono gli amici

“Per me era una persona buona come il pane, una persona con cui ho trascorso bellissimi momenti assieme, uno di questi era l’ultimo dell’anno, che era l’ultima volta in cui ci siamo visti, e oltre a questo abbiamo trascorso altre feste. Lui c’è stato sempre nei momenti più brutti e più belli, con lui ho vissuto tante belle esperienze, peccato che non ci sia più“, è il ricordo di un amico.

“Adesso abbiamo molta rabbia addosso e vorremmo capire bene come è successo. L’unica cosa da fare è star vicini tra noi amici per cercare di superare questo periodo e portare più affetto possibile alla famiglia”, è l’appello di un altro studente. 

Contents.media
Ultima ora