×

Vigevano, uccide a coltellate la convivente e si costituisce alla polizia

Un uomo uccide a coltellate la convivente e si costituisce alla polizia: la drammatica vicenda si è consumata a Vigevano, in provincia di Pavia.

Vigevano

Un uomo di 59 anni ha ucciso la donna con cui conviveva, accoltellandola più volte fino a decretarne la morte. Dopo aver commesso l’efferato delitto, il responsabile dell’omicidio ha deciso di costituirsi, consegnandosi alle autorità. La drammatica vicenda si è consumata in provincia di Pavia.

Vigevano, uccide a coltellate la convivente e si costituisce alla polizia

Nel pomeriggio di mercoledì 11 agosto, verso le ore 17:00, un uomo di 59 anni si è presentato alle forze dell’ordine locali, spiegando di volersi costituire in quanto colpevole di omicidio.

L’uomo, infatti, ha massacrato la compagna di 39 anni, con la quale conviveva da poco più di due settimane, infliggendole svariate pugnalate che ne hanno, infine, causato il decesso.

Sulla base delle informazioni sinora trapelate, il brutale assassinio è stato commesso nella giornata di martedì 10 agosto, intorno all’ora di pranzo. Successivamente, il 59enne ha tenuto in casa con sé il corpo esanime della donna per circa 24 ore fino a quando non ha scelto di recarsi presso il commissariato di polizia locale e costituirsi.

Il brutale episodio si è verificato a Vigevano, comune in provincia di Pavia, in Lombardia.

Uccide a coltellate la convivente e si costituisce alla polizia: la vicenda

In merito alle prime indiscrezioni diffuse, le autorità hanno riferito che la vittima dell’omicidio è stata identificata come Marylin Pera, 39 anni, mentre il suo aggressore risponde al nome di Marco De Frenza, 59 anni.

La donna, in particolare, era una casalinga e aveva un figlio, nato da un precedente matrimonio ormai concluso.

Le forze dell’ordine, inoltre, hanno rivelato che l’omicidio è avvenuto all’interno dell’abitazione della 39enne Marylin Pera, presso il quale si era trasferito anche il 59enne da circa due settimane.

In particolare, la vittima è stata aggredita nel bagno dell’appartamento. Il movente che ha provocato una simile reazione da parte dell’uomo, tuttavia, è al momento ancora avvolta nel mistero.

Uccide a coltellate la convivente e si costituisce alla polizia: l’accusa

Per quanto riguarda Marco De Frenza, al termine di un primo interrogatorio, l’omicida è stato posto in stato di fermoed è stato accusato di omicidio volontario.

L’uomo, inoltre, nonostante il trasferimento nella casa della compagna, risulta anagraficamente residente a Mede, sempre in provincia di Pavia. In seguito ai controlli effettuati dagli agenti del commissariato, poi, è stato appurato che il 59enne ha numerosi precedenti legati a reati contro il patrimonio e la persona.

Contents.media
Ultima ora