×

Vivendi Mediaset Fininvest: la vicenda spiegata in breve

Condividi su Facebook

Lo scontro Vivendi Mediaset sembra non poter trovare alcuna soluzione. Aperta un’inchiesta per aggiotaggio. Ecco la vicenda spiegata in breve.

E’ guerra aperta Vivendi Mediaset. Quella dei francesi è una “scalata ostile”, secondo Fedele Confalonieri. Ecco cosa sta succedendo, in breve.

Chi è Vivendi

Vivendi è un colosso francese attivo dell’ambito delle comunicazioni e del mondo dello spettacolo (televisione, in particolare, poi cinema e musica). L’attuale amministratore delegato è Arnaud de Puyfontaine, classe 1964, giornalista prima, imprenditore poi, in carica dal giugno del 2014.

Fininvest e Mediaset

Mediaset è una società italiana attiva negli stessi settori di Vivendi: comunicazioni e media. E’ una controllata di Fininvest, holding di proprietà della famiglia Berlusconi, che ne detiene ad oggi il 40% circa.

A capo di Mediaset c’è, dal 1994, Fedele Confalonieri.

Vivendi in Italia

La presenza di Vivendi in Italia non è cosa nuova. Al momento, e dal giugno dello scorso anno, la società francese è azionista di riferimento di Telecom, di cui possiede il 14,9% dei titoli ordinari.

Vivendi e Mediaset

La vicenda che lega Vivendi e Mediaset è iniziata circa una settimana fa. Si tratta di fatto di un repentino aumento della percentuale del capitale Mediaset finito in mano alla società francese: il 12 dicembre, Vivendi possedeva il 3% circa del capitale, il 13 il 12%, il giorno successivo il 20%.

A seguito di questa “scalata”, Mediaset ha deciso di presentare un esposto in procura e, da allora, è stata aperta un’inchiesta per aggiotaggio. L’ipotesi, in sostanza, è che Vivendi abbia agito a fini speculativi, divulgando notizie false e avvalendosi di informazioni riservate per intervenire sulle quotazioni delle azioni Mediaset e quindi acquistarle.

Le dichiarazioni: questa è una scalata ostile

L’amministratore delegato Arnaud de Puyfontaine ha dichiarato che “l’obiettivo finale è arrivare a un’alleanza per creare una media company europea di dimensioni mondiali.

Abbiamo un interesse di lungo termine, vogliamo essere partner industriali”.

“Non esiste alcuna trattativa”, la replica da parte italiana. “Le gravi affermazioni di Arnaud de Puyfontaine contenute in un’odierna intervista sulla stampa italiana”, proseguono i vertici Mediaset, “troveranno adeguata replica nelle sedi più appropriate”.

“Questa è una scalata ostile”, ha affermato Fedele Gonfalonieri a Rai News 24, “non solo dal nostro punto di vista ma anche dal punto di vista della politica”.

La vicenda Premium

Fra Vivendi e Mediaset c’è un pregresso. I francesi avrebbero dovuto acquistare il 100% di Mediaset Premium, ma la trattativa è finita in tribunale, con la prima udienza fissata per il prossimo mese di marzo.

“Ci hanno fatto causa per avere rotto il contratto”, ha spiegato de Puyfontaine, “ma noi ci siamo tirati indietro perché abbiamo scoperto di aver firmato un’intesa diversa da quanto ci era stato detto”, “è come se ci avessero invitato a cena in un ristorante a tre stelle e poi ci siamo ritrovati in un McDonald’s”: “abbiamo provato a trovare un accordo alternativo. Invece ci hanno offeso e maltrattato pubblicamente”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.