Whatsapp, nuova funzione: trillo per chi ignora i messaggi
Whatsapp, nuova funzione: trillo per chi ignora i messaggi
Tecnologia

Whatsapp, nuova funzione: trillo per chi ignora i messaggi

Whatsapp, nuova funzione: trillo per chi ignora i messaggi
Whatsapp, nuova funzione: trillo per chi ignora i messaggi

Se i vostri messaggi vengono costantemente ignorati o se siete tra quelli che non li leggono di proposito, preparatevi: Whatsapp sta pensando a voi.

Si è rapidamente diffusa su tutti i social network e la rete la notizia secondo la quale il sistema di messaggistica istantanea Whatsapp sia sul punto di implementare nel programma una funzione riesumata dal passato della storia di internet. Il celebre trillo, caratteristico del vecchio programma Msn, è attualmente in fase di testing e sembra pronto a tornare ed invadere i nostri smartphone. Chi è solito ignorare i messaggi o non rispondere è avvisato: questa nuova funzione non vi lascerà scampo.

Trillo Whatsapp

Come accennato sopra, il trillo costituiva una delle peculiarità del sistema di messaggistica Windows Live Messenger, meglio conosciuto con l’abbreviazione Msn. Il programma divenne centrale nel panorama internet italiano nel primo decennio del duemila, quando ancora le chat online stavano muovendo passi importanti verso la messaggistica istantanea. Molto più efficace della mail per la velocità nelle risposte e più economico degli sms, Msn permetteva lo scambio in tempo reale di testo, immagini ed emoticon (presenti anche in Whatsapp). Tra le funzioni del programma spiccava poi quello che viene comunemente definito trillo, ossia la possibilità di inviare un segnare sonoro ad un determinato utente per segnalare la propria presenza o richiedere attenzione.

Risulta evidente come spesso il trillo si rivelasse essere più uno strumento di disturbo che di effettiva efficacia comunicativa, e fortunatamente sino ad oggi non era stato implementato in nessun sistema di chat.

Whatsapp aveva già mosso dei passi nella direzione del rendere molto più trasparente le conversazioni, rendendo dapprima visibili i dati riguardanti l’ora dell’ultima connessione dell’interlocutore (funzione comunque disattivabile) ed inserendo poi vicino ai messaggi le famose spunte blu di avvenuta lettura. La decisione di introdurre questa nuova funzione sarebbe motivata dalla volontà di impedire che i messaggi vengano trascurati di proposito, ricorrendo quindi ad un suono simile a quel trillo molesto che tanto ci aveva esasperato su Msn.

Come funziona

Per quello che ci è possibile sapere, la funzione sarebbe ancora in fase alpha, necessitando dunque di ulteriore lavoro e rifinitura. Si stima possa essere disponibile su alcuni sistemi a partire da Aprile. Il sistema permetterà di inviare un segnale audio insieme alla vibrazione per richiamare l’attenzione dell’interlocutore. Il trillo di Whatsapp non sarà però del tutto identico a quello utilizzato da Messenger. Sarà infatti utilizzabile solo se il nostro interlocutore si troverà online al momento della nostra connessione.

Il perché è molto semplice: whatsapp vuole rendere possibile ottenere l’attenzione di chi, online, ci stia deliberatamente ignorando.

Il trillo non sarà quindi utilizzabile verso tutti quegli utenti che, occupati o lontani dal telefono, non hanno modo di rispondere. Una funzione quindi pensata specificatamente per chi ignora i messaggi, magari sfruttando il blocco della condivisione delle informazioni su orario e data dell’ultimo accesso o alla rimozione delle spunte blu. Aggiungiamo inoltre che, a differenza delle altre due appena citate, questa funzione non potrà essere disabilitata.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche