Alzheimer sintomi, cura e terapia

Salute

Alzheimer sintomi, cura e terapia

Malattia di Alzheimer-Perusini: possibili cause, decorso della patologia, con sintomi legati alle varie fasi della malattia neurologica e fisica. Cure, trattamenti medici e naturali

La malattia di Alzheimer è una patologia di demenza senile, un deterioramento mentale che può manifestarsi prima dei 65 anni; conosciuta in medicina come malattia di Alzheimer-Perusini, spesso compare generalmente tra i 45 e i 65 anni. I primi sintomi della patologia si manifestano palesemente con disorientamento cognitivo, disturbi mentali, irrequietezza e altri sintomi di tipo neurologico fino alla comparizione della completa demenza. Vediamo in questa guida i sintomi, la cura ed il trattamento terapeutico della malattia di Alzheimer.

Per quanto concerne le cause, dagli studi epidemiologici e dalle statistiche condotte su un campione di pazienti malati di Alzheimer-Perusini, il fattore genetico giochi un ruolo assolutamente rilevante alla comparsa della patologia neurologica. Ed un ruolo ancora più imponente, strettamente correlato alla comparsa dell’Alzheimer è l’aver subito durante il proprio arco della vita, traumi cranici di impatto violento, il coma e l’amnesia.

In effetti, le cause sono del tutto ignote al mondo scientifico e medico ma ci sono, comunque, delle correlazioni strettamente positive anche con chi soffre di disturbi della circolazione cardio-vascolare. Uno studio medico ha permesso di introdurre nell’ambito medico un test ematico utile per fare una diagnosi precoce del paziente e sul grado di rischio e di probabilità che possa essere colpito dall’Alzheimer.

Per quanto concerne i sintomi della malattia di Alzheimer si manifestano gradualmente: in fase iniziale il soggetto ha perdite di memoria e difficoltà nell’apprendere ed immagazzinare nel proprio cervello certe nozioni. Si riscontrano cambiamenti di personalità e di umore, stati di irrequietezza e di nervosismo. Con il decorso della patologia, il soggetto perde la capacità di esprimersi, nel fare dei ragionamenti logici e di riconoscere le persone fino a perdere completamente la memoria e dimenticare perfino i propri cari familiari. Oltre a perdere la memoria e la capacità di esprimersi, ci si dimentica pure di leggere, scrivere, muoversi e fare ogni piccola azione quotidiana come il lavarsi, preparare la cena o il pranzo, fare la spesa, fare le faccende domestiche etc.

In questa fase più avanzata di Alzheimer si manifesta la depressione, è la fase in cui tutte le funzioni vitali sono compromesse fino a cadere nel profondo mutismo.

Per quanto concerne il trattamento e le cure mediche, è previsto l’impiego di trattamenti che rallentano il decorso della patologia di Alzheimer anche se, ad oggi, non esistono cure e farmaci capaci di guarire al 100% la malattia. Spesso e volentieri si somministrano inibitori della colinesterasi in quanto incrementano l’acetilcolina, una sostanza utilissima alla trasmissione tra le cellule nervose. Son state messe a punto delle cure sperimentali che potrebbe in futuro apportare dei miglioramenti e dei progressi nel mondo medico e scientifico. Tra i rimedi naturali, spicca un recente studio, in fase di sperimentazione, il quale veda una correlazione positiva tra il consumo di curcuma e l’inibizione del processo di neuro-degenerazione psichica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche