Cinque buone abitudini per l’intestino COMMENTA  

Cinque buone abitudini per l’intestino COMMENTA  

appendicectomia_gravidanza

Per favorire il buon funzionamento dell’intestino, vi sono alcune norme comportamentali che andrebbero seguite. Ecco quali.

1)     Praticare attività fisica regolare: contribuisce a mantenere un buon tono della muscolatura intestinale, favorendo la riduzione del tempo di transito intestinale;

2)     Non reprimere lo stimolo: si può cercare di stabilire un’ora precisa per la defecazione; mangiare lentamente masticando gli alimenti.

L’ideale sarebbe sincronizzare la defecazione al mattino, quando il passaggio dalla posizione sdraiata a quella eretta, unita alla colazione, aiuta il colon a produrre delle onde peristaltiche che conducono il contenuto fecale verso il retto;

3)     Bere un litro e mezzo-due al giorno: aiuta ad evitare la formazione di feci troppo dure.

Superare questa quantità è invece inutile, poiché il nostro colon e il nostro intestino sono pensati per riassorbire una quantità di liquidi superiore ai dieci litri al giorno;

4)     Evitare o limitare i formaggi elaborati: da moderare anche il cioccolato, la carne, il riso, il fegato e la farina raffinata;

5)     Aumentare l’assunzione di fibre vegetali: presenti, per esempio, nella crusca, nel frumento, nei broccoli, nelle carote, nelle arance, nelle mele, nel succo di prugna, si dovrebbe arrivare a circa 30 grammi al giorno.

Attenzione però alle controindicazioni: l’eccesso di fibre può portare alla comparsa di fastidi quali la flatulenza e la distensione addominale.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*