Ciò che non tutti sanno a proposito del Paso Doble

Danza

Ciò che non tutti sanno a proposito del Paso Doble

Sappiamo tutti che il Paso Doble è un ballo che ci racconta una storia di tori, toreri e cape, ma forse, andando ancora oltre, potremmo scoprire che le sue origine sono molte più antiche.

Le origini del Paso Doble, infatti potrebbero andare ben oltre il 1900, data ufficialmente riconosciuta per la nascita di questo ballo in Spagna.

In molti siti preistorici, infatti, sono stati ritrovati disegni rupestri molto antichi, con raffigurazioni di tori in combattimento, con altri tori o con uomini, testimonianza atavica  di una  già consolidata tauromachia.

Questo fatto potrebbe suggerire radici siriane o greche; non dimentichiamo che nella mitologia greca ritroviamo il toro per eccellenza, cioè il Minotauro.

Normalmente si fa risalire il Paso Doble alla Passacaglia, danza popolare di origine spagnola che già nel diciassettesimo secolo veniva eseguita durante le feste pubbliche e le cerimonie militari.

Ma il Paso Doble che tutti conosciamo, è sicuramente un prodotto spagnolo. Infatti le varie figure di contesto “matadoristico” sono state inserite nel ballo pensando al torero che rotea la capa e combatte il toro. Nel corso degli anni sono stati inserite anche delle figure appartenenti al Flamenco.

Proprio per questo suo simbolismo, il Paso Doble va ballato intensamente, con spirito audace spavaldo e un po’ crudele.

Ma chi lo balla in sala, può interpretarlo come vuole, l’importante sarà seguire la musica, che con il suo ritmo potente e cadenzato, suggerirà senz’altro ai ballerini i movimenti giusti.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...