Come disegnare un cavallo astratto

Come disegnare un cavallo astratto

Cultura

Come disegnare un cavallo astratto

disegnare un cavallo astratto

Le immagini astratte non rispondono a nessuna necessità di realismo. Provate allora a sperimentare, disegnando soggetti presi dalla natura ma filtrati attraverso i vostri pensieri. Iniziamo, ad esempio, con un cavallo.

Quante volte, vedendo un amico abilissimo con la matita, avete invidiato la sua capacità di trasferire su carta le immagini che avevate nella mente? In realtà, a parte una dose innata di creatività, anche la capacità di disegnare può essere coltivata. La pratica costante aiuta moltissimo a migliorare. Esistono tecniche e schemi dai quali partire per costruire le vostre figure. Facciamo un esempio e partiamo da qualcosa di molto semplice, una di quelle immagini base che, in ogni caso, vi faranno prendere confidenza con la matita. Ecco come imparare a disegnare un cavallo astratto.

Disegnare un cavallo astratto

Disegnare un cavallo astratto significa rappresentare in modo non realistico l’immagine che conosciamo di un cavallo. Con il termine astratto, infatti, ci riferiamo al movimento artistico modernista e post-modernista che annulla i tradizionali canoni artistici legati alla raffigurazione del reale per introdurne di nuovi, più legati alla sfera emotiva. Con l’astrattismo, la realtà è raffigurata attraverso la percezione dei sensi e della mente.

Le opere sono frutto di energia, movimento, forma e colore e restituiscono immagini completamente nuove della realtà. Per tornare al nostro modello, ad esempio, il disegno del cavallo che potrebbe risultarne è meno legato al realismo. È più impreciso, poco riconoscibile, anche. Nonostante le tecniche astratte non richiedano alcun modello di riferimento per essere eseguite, alcune linee guida possono aiutare il processo di creazione.

Passaggi chiave

I punti da seguire per chi volesse provare a disegnare un cavallo astratto, sono semplici. Adatti anche per i principianti. Provate a cimentarvi in un quest’opera astratta e non abbattetevi. I risultati si raggiungono con la costanza. Vi serviranno soltanto un album da disegno, una matita – preferibilmente con punta morbida – e un bel po’ di pastelli colorati. Seguiamo i passaggi.

  • Iniziate annotandovi tutte le parole che vi vengono alla mente quando pensate a un cavallo. Non censuratevi, scrivete liberamente tutto quello che associate al cavallo. Per esempio, parole come galoppo, salto, vento, velocità, grazia e trotto, potrebbero essere tutte associate all’animale.
  • Iniziate, ora, col disegno vero e proprio.

    Disegnate la sagoma del cavallo con una riga di contorno, tenendo bene a mente le parole che avete segnato. Lasciate che siano quelle definizioni ad influenzare il vostro schizzo. Il risultato potrebbe essere più o meno realistico. Potrebbe essere perfino una figura irriconoscibile, l’importante è che sia un disegno suggerito dalla vostra mente.

  • Adesso che il contorno è fatto, sbizzarritevi con forme e particolari. Usate i colori. Non soffermatevi sulle tinte tradizionali ma usate i toni che associate alle caratteristiche descritte nella vostra lista. Un disegno astratto non richiede nessun realismo. Potete sperimentare anche con le tecniche. Pastelli, pennarelli e vernici danno risultati diversissimi, scegliete quello più adatto a voi.
  • Adesso che il vostro primo disegno è stato realizzato, imparate a gestire il flusso di pensieri che collegate alla realtà che vi circonda e sperimentate la tecnica della rappresentazione astratta con altri soggetti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche