Domenica Palermo-Sampdoria, sfida tra grandi deluse

Calcio

Domenica Palermo-Sampdoria, sfida tra grandi deluse

Una sfida complicata, ricca di tensioni e nervosismi. Difficile collegare aggettivi troppo differenti da questi parlando di Palermo-Sampdoria. Domenica, nell’appuntamento delle 12,30, lo stadio “Renzo Barbera” di Palermo ospiterà due formazioni con estrema necessità di fare punteggio. I blucerchiati di Ferrara arrivano incerottati e depressi. Sono sei le loro sconfitte consecutive (l’ultima contro l’Atalanta) e recentmente si è perso per infortunio anche il bomber della formazione (Maxi Lopez). Una situazione drammatica, se sbaglierà anche contro il Palermo molto probabilmente Ferrara dovrà lasciare Genova, se anche bisogna registrare che Garrone ne ha confermato la fiducia: “Non lo ho mai messo in discussione”.

Anche i rosanero allenati da Gasperini vengono da una sconfitta. La loro ultima gara contro la Roma (Roma-Palermo 4-1) è stata sicuramente la peggiore da quando il tecnico piemontese è tornato in Sicilia, dove già aveva giocato quando ancora faceva il calciatore. Lui stesso ne è rimasto malamente impressionato,”da ora giocherà solo chi davvero lotta per la maglia” ha detto poco dopo la gara. Non solo, sui siciliani è piovuta una tegola molto pesante: Fabrizio Miccoli, capitano ed indiscussa stella della formazione non ci sarà contro la Samp. Ottenere i tre punti saranno fondamentali per tentare di smuoversi dalle posizioni basse della classifica. Questa potrebbe essere l’ultima chiamata per il Palermo. Laddove non dovessero arrivare i tre punti diverrà molto duro uscire dalla lotta accanita per la salvezza. Con o senza Miccoli, non ci sono altre possibilità. Gasperini dovrà tirare fuori il coniglio dal cilindro.

Sono ben lontani i tempi in cui queste due squadre si giocavano la Champions League, l’attuale Palermo-Sampdoria è più una gara da dentro o fuori.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...