Equitalia, incasso da 8 miliardi nel 2015 COMMENTA  

Equitalia, incasso da 8 miliardi nel 2015 COMMENTA  

Equitalia, incasso da 8 miliardi nel 2015

Equitalia segna un aumento rispetto agli scorsi anni e registra un incasso di 8,24 miliardi di euro nel 2015. In percentuale, corrisponde a un 12,2% in più rispetto al 2014, quando l’incasso era di 7,10 miliardi di euro.

L’aumento delle riscossioni coattive, spiega l’AD Ernesto Maria Ruffini, è normale: nel 2013 e nel corso degli anni successivi l’esecutivo aveva cercato di limitare i poteri di Equitalia, inserendo la possibilità di rateizzare i pagamenti e bloccando il pignoramento delle abitazioni, che ha salvato dalla crisi molte famiglie italiane. Così, gli incassi registrati sono aumentati di questa misura solo nell’anno passato, quando si sono concluse le rate dei pagamenti.


Secondo Ruffini, il successo dipende dalla volontà dei cittadini di mettersi in regola, avendo anche la possibilità della rateizzazione. I numerosi provvedimenti per dichiarare tutte le proprietà ha permesso ai cittadini italiani di pagare il giusto senza incorrere in multe come accadeva in precedenza, mostrando così la volontà nel collaborare. Inoltre, è stato creato un dialogo tra cittadini ed Equitalia, in cui la società non si mostra contro la popolazione, cercando anche di trovare una soluzione per i problemi che gli italiani incontrano.


Anche lo stesso Ruffini è stato allo sportello, per capire i disagi delle persone, e ha concluso che il dialogo e l’ascolto è un buon metodo per posizionarsi dalla parte dei cittadini. Per questo motivo, la strada sul quale proseguire è segnata, e sarà la strada per uscire dalla crisi e dimostrarsi trasparente e sconfiggere l’evasione.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*