Formula 1: Vettel svela il nome della sua nuova Ferrari

Formula 1: Vettel svela il nome della sua nuova Ferrari

Motori

Formula 1: Vettel svela il nome della sua nuova Ferrari

Formula 1: Vettel svela il nome della sua nuova Ferrari
Formula 1: Vettel svela il nome della sua nuova Ferrari

Vettel ha deciso il nome per la sua nuova vettura. L’anno scorso, era Margherita; quest’anno, Gina. È l’abbreviazione di Regina, un nome che dà speranza.

Quello della Formula 1 è un mondo piuttosto singolare e, si sa, ogni pilota ha i suoi vezzi. Sebastian Vettel, perciò, non fa eccezione. E, in quanto a vezzi, quello del tedesco della Ferrari è del tutto particolare. Il quattro volte campione del mondo, infatti, ama ribattezzare la propria monoposto con un nome femminile.

Eva, Julie e Kate sono alcuni dei nomi utilizzati da Vettel da quando è approdato in Formula 1. L’anno scorso, la sua preferenza andò a Margherita, in onore della regina Margherita di Savoia. Una scelta che, purtroppo, non si rivelò molto felice, visti i risultati. Ma a pochi giorni dal via del mondiale 2017, il tedesco ha svelato quello di quest’anno, continuando sulla falsa riga del 2016. Sarà Gina. Così è stata ribattezzata la SF70H che tanto bene si è distinta nei test pre stagione.

“È un nome di origini latine – ha dichiarato Vettel – Ed è l’abbreviazione di Regina”. Insomma, un nome che sembra quasi una speranza. Che Gina riesca a essere la Regina di questa nuova Formula 1?

Perché quella che sta per partire potrebbe davvero essere la stagione giusta per riportare la scuderia italiana ad alti livelli. I test del Montmelò hanno rivelato una Ferrari competitiva e affidabile, ma soprattutto in grado di far segnare il record prima con Vettel e poi con Raikkonen. Il lavoro svolto in inverno, insomma, sembra proprio aver dato i suoi frutti. A Maranello, infatti, c’è ottimismo, sebbene sarà solo la pista a dire se la nuova Rossa sarà veramente in grado di interrompere lo strapotere Mercedes in auge da 3 stagioni a questa parte. E, nel contempo, Vettel spera di riuscire a imboccare la strada giusta, dopo un 2016 chiuso con zero vittorie e con la Ferrari superata anche dalla Red Bull.

Con tutto il rispetto per la Red Bull, ovviamente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche