I suoni preferiti dalle donne: le onde del mare COMMENTA  

I suoni preferiti dalle donne: le onde del mare COMMENTA  

 

Ci sono suoni e suoni: quelli più amati e quelli che provocano disturbo. Ci sono però dei suoni che, all’orecchio delle persone, possono assumere connotati di vera e propria musica.  

E’ il caso di certi suoni di Natura che, specie per le donne, sono una vera e propria melodia capace di suscitare emozioni positive, rilassamento, serenità. A scoprire quali sono questi suoni “musicali” è un’indagine riportata dal sito web femalefirst.co.uk.

Il primo posto in assoluto tra le preferenze circa i migliori effetti sullo stato d’animo e sul potere rilassante è andato alle onde del mare, il cui frangersi sulla spiaggia è la “musica” preferita da quasi due terzi degli intervistati.

Al secondo posto troviamo il canto degli uccelli e, a ruota, il rumore dei piedi che affondano nella neve e lo scrosciare della pioggia sulla finestra.

A essere più sensibili a questi suoni sono risultate le donne che, sempre loro e rispetto agli uomini, hanno anche mostrato di gradire i “suoni” emessi dai bambini, specie quando questi ridono. Opinione comune a tutti gli intervistati è che i suoni piacevoli stimolano anche i bei ricordi.

Al contrario, ci sono anche i suoni detestati, che sono quelli che possono comportare nervosismo, malumore, irritazione. Al primo posto, tra quelli più odiati, c’è il suono della masticazione da parte dei denti. Al secondo posto c’è il vizio di alcune persone di farsi schioccare le dita, seguito dallo sbattere le porte. E ancora: il russare del compagno di letto e il rumore della pulizia dentale nelle sessioni dentistiche.

L'articolo prosegue subito dopo

Leggi anche

Donna

Idee per bomboniere matrimonio originali

Il matrimonio è uno dei sette sacramenti della Chiesa cattolica, momento rilevante che unisce una coppia dichiarandola marito e moglie. Ecco le migliori idee per confezionare bomboniere originali. Matrimonio: effetti del Sacramento per la religione Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*