Le norme su pneumatici invernali e ruote omologate

Motori

Le norme su pneumatici invernali e ruote omologate

Nuove e vecchie regole da rispettare per gli automobilisti italiani. Con l’entrata in vigore del cosiddetto “Decreto Ruote“, dallo scorso primo ottobre è obbligatorio montare sull’automobile ruote omologate secondo il NAD o la norma europea UNECE 124, dal prossimo 15 novembre scatta l’obbligo di montare gomme invernali oppure avere le catene a bordo.

Pneumatici invernali: dal 15 novembre sono obbligatorie

Come ogni anno, si avvicina il momento di montare gli pneumatici invernali. L’obbligo è valido dal 15 novembre al 15 aprile in molte regioni e province italiane, ma è concesso un mese di tolleranza se le gomme hanno un codice inferiore a quello presente sul libretto di circolazione: in questo caso è possibile tenerle montate dal 15 ottobre al 15 maggio.

pneumatici invernali

Le gomme da montare durante questo periodo devono avere la sigla M+S sulla spalla: M+S significa Mud+Snow, fango + neve in inglese. Se oltre alla sigla sulla spalla c’è anche una montagna a tre punte col fiocco di neve, significa che quel pneumatico è particolarmente adatto alla situazioni climatiche più difficili.

Per affrontare l’inverno vanno bene anche le gomme All Season, che hanno una composizione e una struttura tale da affrontare le strade ghiacciate che l’asfalto rovente.

Resta comunque un compromesso che non regge il confronto con gli pneumatici invernali che potete trovare negli store più forniti (come www.euroimportpneumatici.com).
Il vantaggio delle gomme All Season sta nel poterle tenere estate e inverno senza passare dal gommista per la sostituzione.

Ricordiamo che, durante la primavera e l’estate, gli pneumatici invernali devono essere conservati in un posto fresco e asciutto per evitare che si rovinino.

Oltre per evitare multe salate, montare gomme invernali nelle regioni dov’è previsto è una garanzia di sicurezza per l’automobilista: gli pneumatici invernali hanno infatti una mescola studiata apposta per percorrere l’asfalto ghiacciato e affrontare la neve.

Ruote omologate: cos’è cambiato dal 1° ottobre?

Il primo ottobre è entrato in vigore il DM 20/2013, definito per comodità Decreto Ruote. Il decreto prevede l’omologazione NAD o UNECE 124 delle ruote per auto e fuoristrada. Fino al 30 settembre era possibile comprare ruote non omologate per esaurire le scorte di magazzino, ma dal primo giorno di questo mese è illegale.

Il marchio di omologazione dev’essere visibile anche a ruota montata, e con l’omologazione NAD (quella italiana) si riceve anche il certificato di conformità del costruttore della ruota.

Il gommista che monta la ruota, inoltre, deve rilasciare una dichiarazione di conformità. Nessuna dichiarazione di conformità è invece prevista per l’omologazione europea UNECE 124.

La norma nasconde anche una buona notizia per gli amanti del tuning, cioè delle modifiche alle auto rispetto a come vendute dal costruttore: l’obbligo del nulla osta del costruttore per montare ruote più grandi rispetto a quelle indicate nella carta di circolazione non c’è più, ma le ruote devono essere omologate secondo quanto previsto dal DM 20/2013.

Montare ruote non omologate può costar caro: le multe vanno dagli 8o ai 318 euro.
Quindi, in definitiva, ricordiamoci di cambiare le gomme entro il 15 novembre (se previsto dalla nostra regione o città) e stiamo ben attenti che siano omologate: eviteremo così sia di pagare multe salate che di compromettere la sicurezza della nostra auto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche