Lo spostamento della sede del papato Da Roma ad Avignone

Storia

Lo spostamento della sede del papato Da Roma ad Avignone

Nel XIV secolo, contribuì a provincializzare la figura del pontefice, riducendo a referente del monarca di Francia e a titolare di un virtuale potere centrale sulla Chiesa. Il papa, per lungo tempo padrone assoluto della comunità dei cristiani, fu spogliato della sua identità di monarca e tornò a essere solo il vescovo di Roma, garante del depositum fidei. Figure di sterili papi re, contemporanee all’incedere del Rinascimento, non incisero in un processo orami avviato di distribuzione in senso orizzontale del poter ecclesiastico, che vide crescere d’importanza il concilio e il collegio dei cardinali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche