Londra, aggressioni con l’acido per strada: forse nuova “moda” giovanile

Londra, aggressioni con l’acido per strada: forse nuova “moda” giovanile

Esteri

Londra, aggressioni con l’acido per strada: forse nuova “moda” giovanile

Dopo gli attacchi
Poliziotti schierati

Novità sui 5 casi di persone ustionate con l’acido per strada giovedì sera a Londra: potrebbe trattarsi di una nuova “moda” giovanile, allo scopo di rubare lo scooter ai malcapitati.

I 5 episodi di giovedì sera

Svelato cosa ci sarebbe dietro i cinque attacchi con l’acido avvenuti giovedì sera in circa 90 minuti nella zona nord-orientale di Londra: non un nuovo attacco da parte dell’Isis, ma una nuova, folle moda tra giovani, perlopiù adolescenti, come lo sono la “Blue Whale Game” – il “gioco del suicidio” che prevede, sotto da guida on-line di un “curatore”, di “disegnarsi” con un coltello una balena blu sul braccio e di sottoporsi a prove sempre più estreme fino a togliersi la vita gettandosi dal palazzo più alto che si trova – e il “Knockout Game” – che, ricordiamo, consiste nello sferrare un pugno ad un passante e scappare lasciandolo tramortito a terra, e che ha avuto origine negli Stati Uniti diffondendosi poi in Europa, Italia compresa –.

Il "gioco del suicidio"

Altra "moda" giovanile

Questa volta lo scopo è quello di rubare il motorino dei malcapitati: due ragazzi in scooter si avvicinano al mezzo di cui vogliono impossessarsi e gettano in faccia l’acido al centauro, portandogli poi via lo scooter.

Per il gesto di giovedì sono stati arrestati un 15enne e un 16enne, di cui dovranno essere accertate le responsabilità, ma già da ieri era emerso che erano accusati anche di tentata rapina. Le loro vittime, tra cui sembra vi siano due corrieri delle note società di consegna pasti Deliveroo e UberEats, sono ricoverate in ospedale in gravi condizioni, anche se non in pericolo di vita. Una rischia di perdere la vista.

Altri casi e l’intervento di Downing Street

Le autorità di Londra, dove per ora è limitata la nuova “moda”, lanciano l’allarme, rendendo noti numerosi altri casi precedenti, negli ultimi tre anni passati da 184 a 397 – in pratica quasi raddoppiati, quando il numero era già molto alto -. Nell’aprile scorso tra l’altro è anche accaduto che venissero gravemente ustionate con l’acido 12 persone che si trovavano presso il Mangle Club, un night di Londra: per il fatto erano stati arrestati un 21enne, Andre Pheonix, e un 25enne, Arthur Collins, 25 anni, allora fidanzato con la star inglese dei reality-show e presentatrice Ferne McCann, 26 – tra l’altro incinta di Collins -, la quale però, quella maledetta sera, non era nel locale.

A causa del gesto, un giovane di 29 anni e uno di 22 hanno perso la vista ad un occhio.

Ex fidanzato di Ferne McCann

La vicenda dei lanci di acido dagli scooter, preoccupa anche Downing Street: la premier Theresa May è intervenuta definendo “orribili” tali attacchi e attraverso una portavoce ha assicurato che il suo governo sta “collaborando con la polizia per valutare cosa possiamo fare di più”.

Intanto, però, è emerso che verso le 17 di ieri, venerdì 14 luglio, nel quartiere di Dagenham, zona est della capitale britannica, altri due giovani in scooter hanno gettato dell’acido in faccia ad un ragazzo di circa 20 anni, anche lui su un motorino. Non sono tuttavia riusciti a rubargli il mezzo e si sono dati alla fuga.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche