Lorella Cuccarini si confessa: il sesso? due volte a settimana COMMENTA  

Lorella Cuccarini si confessa: il sesso? due volte a settimana COMMENTA  

Lorella Cuccarini, una delle più amate conduttrici e ballerine italiane, in un’intervista al noto settimanale Gente (diretto da Monica Mosca ), si è lasciata andare a piccanti rivelazioni.


In un’intervista, affrontata con la sua solita spontaneità ed ironia, la sempre splendida soubrette, si racconta senza reticenze e tabù, parlando del suo rapporto con il tempo che passa e con il sesso.


Lorella Cuccarini

47 anni compiuti lo scorso agosto, la Cuccarini, ha ammesso: «Mi mantengo in forma, curo il mio corpo, mi alleno. Lo faccio per me stessa, certo, ma anche per far felice mio marito (Silvio Testi, produttore musicale e televisivo, ndr):  è un dovere dopo tanti anni di matrimonio essere sempre desiderabile. Il sesso in quanto tale non è l’unica cura anti invecchiamento, ci vuole sempre un buon mix, ma è un ottimo alleato per mantenersi giovani e radiose». Ha, inoltre, precisato: Non è una questione di tempistiche nette, non te lo ordina il medico. Ma sì, due volte alla settimana il sesso ci sta” .


Oltre a confessare la sua passione per Hugh Jackman («se lo incontrassi, è uno da cui dovrei proprio stare lontana», ammette), Lorella svela un aspetto inedito del suo carattere.

L'articolo prosegue subito dopo


Lei, sempre decisa e sicura di sè in televisione, rivela di essere totalmente diversa da  Anastasia Steele (protagonista del libro che ha infuocato l’estate, “Cinquanta sfumature di grigio”) e  afferma «Piuttosto che nella dominatrice, mi riconosco nel ruolo della dominata. Il mio è un uomo-uomo, quello che sa prendere l’iniziativa e creare l’atmosfera».

Parlando dell’educazione sessuale dei suoi quattro figli (Sara, Giovanni ed i gemelli Giorgio e Chiara), Lorella, conferma la sua mentalità aperta: «Mi sono sempre confrontata con loro come se avessi davanti persone mature. Sanno che i bambini non nascono sotto i cavoli, per intenderci. In casa ne parliamo senza reticenze».

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*