Mr. Robot: citazioni e frasi della serie tv COMMENTA  

Mr. Robot: citazioni e frasi della serie tv COMMENTA  

Mr. Robot: citazioni e frasi della serie tv
Mr. Robot: citazioni e frasi della serie tv

Mr. Robot: citazioni e frasi della serie tv. Le frasi più belle tratte dalla serie statunitense di successo negli ultimi anni.

Mr. Robot: citazioni e frasi della serie tv. Mr. Robot è una serie di genere drammatico thriller che negli ultimi anni gode di grande successo negli Usa. Tale successo ha permesso ai produttori di realizzare un’altra stagione nel 2016 e una terza serie è in arrivo nell’estate 2017. In Italia Mr. Robot viene trasmessa su pay tv (Mediaset Premium Stories) e su Italia 1. L
La storia narra le vicende del giovane tecnico informatico newyorkese Elliot Alderson. Il ragazzo lavora nella ditta Allsafe e soffre però di depressione e di dipendenza dalla morfina. Ciò produce nella sua mente deliri paranoici e allucinazioni che gli danno molti problemi di socializzazione.


Elliot, in privato, stalkerizza persone a livello informatico. Hackera i loro pc e ne scopre i segreti più intimi. Un giorno viene avvicinato da Mr. Robot, un anarchico insurrezionalista che vuole farlo entrare in un gruppo di hacktivisti chiamato fsociety. L’intento del gruppo è liberare gli uomini dai debiti con le banche e smacherare i corrotti. Il giovane si lascia convincere e da quel momento entra a far parte del progetto come hacker di punta del gruppo.


Ecco alcune delle citazioni più interessanti tratte da Mr. Robot:

Quello che sto per dirti è top secret. Si tratta di una cospirazione gigantesca. C’è un gruppo di persone potenti che governa il mondo in segreto: parlo di gente che nessuno conosce, di persone invisibili.

L’1% più ricco dell’1% più ricco del mondo che gioca a fare Dio senza permesso… e ora credo che mi stiano seguendo. 

Da’ a un uomo una pistola e potrà rapinare una banca, dagli una banca e potrà rapinare il mondo.

Provo questa sensazione: non so se lottare o scappare, costantemente.

L'articolo prosegue subito dopo

Dovrei solo fare una scelta; io, Elliot Alderson, sono fuga, sono paura, sono ansia, terrore, panico. 

Perché? Tu lo sei? Tutto questo ti sembra reale? Guardati intorno! Guarda! Un mondo costruito sull’illusione! Emozioni sintetiche, sotto forma di pillole, guerra psicologica sotto forma di pubblicità, sostanze chimiche che ti alterano sotto forma di cibo, lavaggi del cervello sotto forma di media, bolle isolate controllate sotto forma di social network. Reale? Vuoi parlare di realtà? Non siamo mai stati così lontani dalla realtà dall’inizio del secolo.

-Dobbiamo smetterla! Abbiamo tolto le batterie, abbiamo mangiato sacchetti di OGM mentre gettavamo gli avanzi nell’immondizia crescente della condizione umana. Viviamo in case con il marchio di fabbrica delle multinazionali fondate su numeri bipolari che saltano su e giù su schermi digitali, ipnotizzandoci nel più profondo torpore in cui l’umanità abbia vissuto. Devi scavare in profondità, prima di trovare qualcosa di reale. Viviamo nel regno delle menzogne!

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*