Pasqua con uova sicure: 80 mila sequestri in Puglia COMMENTA  

Pasqua con uova sicure: 80 mila sequestri in Puglia COMMENTA  

“Pasqua con uova sicure”. E’ questo il nome dell’operazione condotta dagli uomini della Forestale del Comando della Regione Puglia e che ha portato, negli ultimi giorni, a due denunce. Non c’è occasione migliore della Pasqua per parlare di uova, ma, in questo specifico caso, non si tratta delle uova di cioccolato con annessa attesissima sorpresa. Al contrario, le uova oggetto di attenzione da parte della Forestale sono quelle più comuni, quelle che di rado mancano, nell’arco di tutto l’anno, all’interno dei nostri frigoriferi.


Sono state circa venti le ditte sottoposte a controlli fra aziende avicole e rivenditori all’ingrosso o al dettaglio e il bilancio conclusivo non è dei più rassicuranti: sono state infatti due le denunce (l’ipotesi di reato è quella di frode nell’esercizio del commercio), sette le aziende per le quali sono state riscontrate irregolarità di vario tipo e gravità, 80 mila in totale le uova sequestrate, 10 mila gli euro di multa.

Gli uomini della Forestale hanno trovato uova con data di scadenza posticipata anche di una settimana e uova non timbrate, delle quali cioè risulta impossibile stabilire la provenienza.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*