Pedofilo in spiaggia: arrestato mentre filmava bambini nudi

Pedofilo in spiaggia: arrestato mentre filmava bambini nudi

Cronaca

Pedofilo in spiaggia: arrestato mentre filmava bambini nudi

pedofilo

Un ragazzo di 19 anni è stato sorpreso a riprendere con il telefonino due bambini nudi su una spiaggia spagnola: il giovane pedofilo è stato arrestato

Un ragazzo di 19 anni è stato arrestato con l’accusa di pedofilia dopo essere stato beccato a scattare foto a due bambini nudi in spiaggia. È quanto successo in Spagna sulla spiaggia di Cabopino, collocata tra le località turistiche di Marbella e Fuengirola, in Costa del Sol. Si tratta di un giovane pedofilo, visto da un padre mentre filmava il figlio e un altro bambino mentre giocavano nudi sulla popolare spiaggia, da sempre molto frequentata dai turisti britannici.

La polizia ha perquisito l’abitazione del giovane. Sono state trovate centinaia di foto e video sul suo pc e in una chiavetta USB che ritraevano bambini nudi. Le forze dell’ordine hanno reso noto come il padre abbia beccato il giovane pervertito. “Il personaggio sospetto è stato sorpreso dal padre di uno dei bambini. Egli lo ha visto comportarsi in modo strano a pochi metri di distanza da loro. Il padre lo ha visto nascondere il telefono dietro a un libro e poi puntarlo verso i due bambini.

Quando è stato avvicinato dall’uomo, il giovane ha provato a cancellare il contenuto dal telefono, senza successo”.

Pedofilo in spiaggia: i casi italiani

Purtroppo questo non è certo l’unico caso di un pedofilo che viene beccato a filmare bambini in spiaggia. Anche in provincia di Sassari, due anni fa, era stato denunciato un uomo sorpreso a filmare i bambini in spiaggia a Platamona. Nelle sequenze sequestrate dalle forse dell’ordine si vedevano bimbi che giocavano e facevano il bagno. I militari hanno anche perquisito l’abitazione dell’uomo. Nel suo pc e nei supporti informatici è stato rinvenuto materiale pedopornografico.

Un altro episodio simile era avvenuto sulla spiaggia di Rovigo. L’uomo di nazionalità tedesca nascondeva le videocamere tra i cespugli. Di nascosto, poi, filmava bambini nudi che stavano giocando in spiaggia. Quello di Rovigno era stato già il secondo caso di pedopornografia scoperto in Istria nel 2013. Due mesi prima, a Valalta, un altro cittadino tedesco e uno polacco erano stati scoperti mentre filmavano dei bambini con una piccola videocamera occultata nel frigorifero da spiaggia.

Sempre nella città di Sant’Eufemia ci sono stati altri episodi del genere negli anni precedenti. Nel 2011, ad esempio, un altro cittadino tedesco era stato sorpreso a riprendere i bambini nudi con una microcamera nel campeggio di Valalta. A inchiodarlo sono state le immagini salvate nella memoria del dispositivo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche