Silvio Berlusconi condannato a 4 anni per frode fiscale

Cronaca

Silvio Berlusconi condannato a 4 anni per frode fiscale

Milano – Silvio Berlusconi è stato condannato a 4 anni di reclusione e interdizione per anni 3 dai pubblici uffici nell’ambito del processo Mediaset sull’acquisizione dei diritti Tv. Prescritto il reato per l’anno 2001 ma non per gli esercizi 2002-2003. Assolto Confalonieri. L’Accusa aveva chiesto una condanna a 3 anni e 8 mesi. Condannato anche Frank Agrama, l’intermediario cinematografico indicato dalla Procura di Milano come il “socio occulto” del Cavaliere nella compravendita dei diritti televisivi e cinematografici all’estero. Gli imputati condannati dovranno versare all’Erario una somma pari a 10 milioni di euro. La sentenza in primo grado è l’epilogo di 10 anni d’indagine e 6 di processo a singhiozzo grazie ai vari espedienti studiati nel corso degli anni con un intero Parlamento asservito alle esigenze personali dell’allora Premier. La condanna ha avuto ripercussioni sul titolo in Borsa di Mediaset che ha perso il 2%, facendo toccare alle azioni un minimo di 1,336 euro.

Queste le reazioni del mondo politico.

Antonio Di Piatro (Idv)
Tutti i nodi vengono al pettine. Nonostante tutte le leggi ad personam che Berlusconi si è fatto e nonostante la continua delegittimazione e denigrazione dei magistrati, la verità è venuta a galla. Da oggi gli italiani possono prendere atto che una sentenza di primo grado considera Berlusconi un delinquente, colpevole di frode fiscale e con l’interdizione dai pubblici uffici per i prossimi tre anni.

Paolo Ferrero (Federazione della Sinistra)

Berlusconi sempre alla grande: condannato per frode fiscale, come Al Capone!

Niccolò Ghedini (Pdl)
No comment, aspetto le motivazioni

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche