Scoperta tomba risalente al Medioevo a Leicester

Guide

Scoperta tomba risalente al Medioevo a Leicester

Gli archeologi che lavorano nel sito di Grey Friars attraverso uno scavo a Leicester hanno fatto una misteriosa scoperta. La squadra ha trovato una bara di pietra del periodo medievale, che quando è stata aperta ha rivelato una bara di piombo interna. Questo è il luogo dove i resti di Riccardo III sono stati trovati nel settembre 2012.

Si ritiene che questi resti siano stati sepolti circa un secolo prima che il re fu spostato dalla sua tomba. I ricercatori spiegano che mentre molti resti del genere sono stati trovati altrove, questa è la prima bara intatta mai scoperta in un simile progetto, secondo quanto detto dall’ Università di Leicester nel comunicato stampa.

In questo momento l’identità dei resti non sono chiare, ma i ricercatori ritengono che la salma appartenesse a una famiglia altolocata. Si ipotizza inoltre che possa contenere uno dei fondatori del monastero o addirittura un monaco del periodo medievale. Nel vedere la bara si nota subito un buco verso i piedi della salma.

Gli archeologi hanno preso la bara interna e l’hanno trasportata alla Scuola di Archeologia e Storia Antica dell’Università, dove sono stati effettuate varie prove per trovare il modo più sicuro di aprirlo senza danneggiare i resti al suo interno. Ci sono volute otto persone per rimuovere con attenzione il coperchio di pietra dall’ esterno della bara – che è lunga 2,12 metri. Il coperchio della bara di piombo è stato decorato con una croce. E ‘stata descritta essere una sepoltura molto più elaborata di quella di Riccardo III.

“[Egli] doveva essere stato qualcuno di stato piuttosto elevato per aver meritato una sepoltura come questa”, ha detto Richard Buckley, direttore della University of Leicester Servizi archeologici che ha supervisionato il progetto, secondo il National Geographic. Teorie sull’identità sono state fatte in base ai record che sono stati tenuti.

I ricercatori dicono che potrebbe essere Peter Swynsfeld, morto nel 1272, o Guglielmo di Nottingham, che morì nel 1330 o un cavaliere del 14 ° secolo di nome Sir William de Moton di Peckleton morto durante l’arco di tempo del 1356 e 1362. Tutti e tre sono stati conosciuti per essere stati sepolti a Grey Friars. I ricercatori riconoscono che queste sono solo congetture e che, anche dopo aver esaminato il contenuto, non sono in grado di determinare chi sia la misteriosa salma all’interno della bara.

“Siamo in grado di vedere le ossa dei piedi”, ha detto Buckley. “Se ci sono i resti organici o indumenti conservati all’interno, potremmo ottenere alcuni indizi molto interessanti. Se, per esempio, troviamo i resti di un mantello monastico grigio, potremmo essere abbastanza sicuri che sia un frate”. Il team prevede di lavorare sulla bara nel corso dei prossimi mesi, in condizioni altamente controllate.

Lo studio dei manufatti, e le caratteristiche dell’ ex convento, che si trova presso il sito archeologico di Grey Friars è in corso dal resti di Riccardo III sono stati confermati all’inizio di quest’anno. Riccardo III, l’ultimo Plantageneto re, è stato ucciso durante la battaglia di Bosworth nel 1485. Il team sta attualmente concludendo il secondo scavo presso la città, dove sono stati trovati l’anno scorso i resti di Riccardo III.

Il monastero era stato abbattuto da Enrico VIII nel 1538. Nel corso dei secoli, la posizione esatta si è persa. Tuttavia quando ulteriori informazioni emergeranno, il progetto avviato nella speranza di trovare il corpo di Riccardo III sarà portato a termine. E mentre gli esperti inizialmente dicevano che ciò che potevano aver trovato poteva essere proprio la salma di Riccardo III bisognerà attendere altri scavi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...