Windows 10, ecco i file che occupano più spazio

Tecnologia

Windows 10, ecco i file che occupano più spazio

Windows 10, ecco i file che occupano più spazio

Avete notato che il computer inizia a perdere colpi? Ecco come fare a scoprire su Windows 10 quali sono i file più “pesanti”, che rallentano il vostro pc.

Il vostro computer era una scheggia, ma da qualche tempo vi siete resi conto che si sta trasformando in una tartaruga. Il problema è che installando programmi, scaricando file e navigando sulla Rete si occupa spazio in memoria e questo causa rallentamenti sempre più evidenti man mano che quello residuo si riduce. Ma come fare a scoprire cosa sta contribuendo a ingolfare il nostro computer se il sistema operativo che usiamo è Windows 10?

Windows 10 è più veloce e facile da usare e ha più funzionalità a disposizione rispetto alle precedenti versioni, tuttavia, anch’esso può iniziare ad arrancare quando l’hard disk è troppo pieno. Ma niente paura: è facile scoprire quali sono i file che occupano più spazio e agire di conseguenza per riportare il proprio computer ad avere prestazioni ottimali.

Un primo, validissimo, alleato in quest’operazione è lo strumento “Archiviazione”. Grazie a esso potrete avere una panoramica a 360 gradi della situazione dei dischi presenti sul computer, compresi tutti i dettagli sull’utilizzo della memoria e sulla dimensione dei file presenti.

Se pensate che non sia necessario usare questo strumento, perché potete fare lo stesso con la finestra di dialogo “Proprietà disco”, vi state sbagliando. Perché attraverso lo strumento Archiviazione sarete in grado di analizzare e gestire tutto lo spazio a disposizione di Windows 10. L’utilità “Proprietà disco”, invece, mostra solo i valori che riguardano lo spazio utilizzato, quello disponibile e la capacità totale degli hard disk.

Per aprire lo strumento Archiviazione di Windows 10 occorre andare prima di tutto in “Esplora file”, selezionare “Questo PC” e cliccare sull’icona “Apri impostazioni” sulla barra multifunzione. Eccovi adesso nella pagina “Impostazioni di Windows”. Qui dovrete selezionare l’icona “Sistema” e poi, nell’elenco a sinistra, la scheda “Archiviazione”. Questa è divisa in tre sezioni: Archiviazione, Posizioni di salvataggio e Impostazioni correlate.

In questa sezione visualizzerete tutte le unità attualmente collegate al sistema. La voce “Questo PC” rappresenta il disco fisso principale e mostra con un grafico a barre lo spazio utilizzato e quello disponibile.

Se si clicca sull’icona “Questo PC”, comprare la scheda “Uso dell’archiviazione” e ci si ritrova sotto gli occhi tutto quello che vi serve sapere rispetto allo spazio utilizzato. In alto c’è un grafico a barre relativo a tutto lo spazio di storage presente sul computer, in cui i vari colori rappresentano le diverse categorie di file salvati, e più in basso una serie di altre voci relativa alle singole categorie, che riporta gli spetti colori usati nel grafico principale. Le categorie presenti sono: File di sistema e spazio riservato, App e giochi, Documenti, Immagini, Musica, Video, Email, OneDrive, Desktop, Mappe, Altre persone, File temporanei, Altro.

Grazie a Windows 10 è possibile agire a livello di categorie per liberare spazio utile eliminando tutto ciò che non è necessario e, in questo modo, migliorando la velocità del proprio computer. Il valore numerico riportato sotto ciascuna categoria mostra la quantità di spazio su disco utilizzato e, se questo è sufficientemente grande, viene visualizzata anche una barra colorata.

Se si seleziona, ad esempio, la categoria “File di sistema e spazio riservato”, si vedranno quattro sezioni, che permettono di visualizzare quanto spazio occupano i vari componenti del sistema, compresi i file di ibernazione.

La dimensione massima che questi ultimi possono raggiungere, di solito, è solo il 70-75 per cento della quantità totale della memoria RAM. Ma potrebbe anche essere più piccolo. Questo dipende da quante applicazioni sono aperte quando si mette il sistema in modalità “Ibernazione”. Per esplorare le altre categorie, basta fare clic sulla freccia in alto a sinistra e si ritornerà su “Uso dell’archiviazione”.

Per visualizzare tutti i programmi installati su Windows 10 la categoria su cui occorre cliccare è “App e giochi”. Se siete alla ricerca di uno specifico programma, potrete anche usare la funzione di ricerca, oppure ordinare i risultati in base al nome o alla dimensione o ancora alla data di installazione. Cliccando sull’icona relativa a ciascun programma compare il pulsante “Disinstalla”, grazie al quale potrete liberarvi di ciò che non è strettamente necessario.

Le categorie “Documenti”, “Immagini”, “Musica”, “Video”, “OneDrive” e “Desktop” consentono solo di aprire le rispettive cartelle e visualizzarne il contenuto, quindi non sono molto utili.

Quella “Altre persone”, invece, dà accesso alla pagina delle impostazioni Account di Windows. Selezionando la categoria “File temporanei”, invece, vi apparirà la finestra “Rimuovi file temporanei”. Qui potrete scegliere tra tre opzioni: “File temporanei”, “Cancella download”, “Svuota cestino”. Potrete anche rimuovere una precedente versione di Windows.

Una volta stabilito quali sono i motivi che rallentano il vostro pc, per risolvere il problema e tornare a vedere il vostro Windows 10 lavorare come una scheggia si può iniziare a rimuovere i programmi che sono realmente inutili. Basta entrare nel “Pannello di controllo” e cliccare su “Disinstalla un programma” nella sezione “Programmi”. Si aprirà una nuova finestra con tutti i software attualmente installati sul computer. Basterà selezionare quello da eliminare con un doppio click. Da lì in poi sarete assistiti dalla procedura guidata per la disinstallazione.

Per eliminare i file temporanei, che sono una delle principali zavorre di Windows 10, serve solo premere il tasto “Start”, entrare su “Impostazioni”, quindi su “Sistema” e infine su “Archiviazione”. Nella nuova finestra che si aprirà, basterà cliccare su “Questo PC” e in seguito su “File Temporanei”. A questo punto sarà sufficiente premere su “Elimina file temporanei” per liberare spazio sul vostro hard disk.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche