×

Allarme meningite, nuovo caso a Rozzano: morta bambina di 6 anni

E' di nuovo allarme meningite, dopo un altro caso avvenuto a Rozzano, dove una bambina di sei anni che frequenta le elementari ha perso la vita.

Allarme meningite

E’ di nuovo allarme meningite, dopo un altro caso avvenuto a Rozzano, dove una bambina di sei anni ha perso la vita. La piccola in particolar modo era stata ricoverata all’Ospedale Papa Giovanni di Bergamo, dove poi è deceduta. Il ricovero era avvenuto in quella struttura in quanto la bimba stava trascorrendo una giornata di vacanza con alcuni parenti. Una volta che la notizia della morte della bambina si è diffusa, le mamme delle sue compagne di scuola hanno bussato subito alla porta dell’istituto per cercare di avere nuove informazioni.

Allarme meningite

Un nuovo caso di meningite. Questa volta l’allarme meningite è scattato a Rozzano, in quanto una bambina di soli sei anni, che frequenta la prima elementare della scuola di via Garofali, è deceduta all’Ospedale di Bergamo.

Questa mattina, subito dopo che la notizia della morte della piccola si è diffusa, diverse mamme hanno bussato alla porta dei dirigenti scolastici dell’istituto per aver maggiori informazioni su quanto è capitato.

Nel frattempo, sul posto è intervenuta anche il sindaco Agogliati, oltre ai tecnici dell’Asl.

La piccola di sei anni, secondo alcune fonti, sarebbe stata ricoverata all’Ospedale Papa Giovanni di Bergamo perchè stava trascorrendo una giornata di vacanza con alcuni parenti. La bambina aveva anche una sorella che frequenta a quinta elementare nello stesso istituto scolastico.

Secondo quanto emerso fino a questo momento, la bimba sarebbe stata colpita da meningite fulminante. Le notizie e le informazioni raccolte finora sono ancora però molto frammentarie. Ed è proprio per questo motivo che si è scatenata la rabbia da parte degli altri genitori fuori dalla struttura scolastica. La mancanza di informazioni certe ha fatto scattare l’allarme meningite.

La preoccupazione riguarda in particolar modo la profilassi che in queste situazioni bisogna mettere in atto.

I sintomi più comuni di meningite, che possono apparire tutti oppure solo una parte e che possono manifestarsi con qualsiasi ordine, sono la febbre alta, una generale sensazione di malessere, mal di testa, collo rigido, fastidio provocato dall’esposizione alla luce, grave sonnolenza e letargia, convulsioni.

Numeri preoccupanti

Solamente nei casi più allarmanti e solo nelle forme più gravi (soprattutto meningite batterica) si procede al trattamento preventivo di soggetti venuti a contatto con pazienti colpiti da questa infezione. In altri casi, invece, non è necessario.

Tutti possono ammalarsi di meningite. Ma considerato che questa malattia si può diffondere facilmente tra le persone che vivono a stretto contatto in ambienti chiusi, allora è naturale che i soggetti più a rischio siano proprio gli adolescenti.

Con questo nuovo caso, torna dunque anche l’allarme meningite.

Dall’inizio dell’anno, i contagi in Lombardia sono stati uno ogni quattro giorni e mezzo. Numeri assolutamente preoccupanti soprattutto se confrontati con quelli degli anni passati. Nel 2016 erano di un malato ogni nove giorni e mezzo (39 in totale). Nel 2015, invece, uno ogni 12 giorni (31 in totale).

Scrivi un commento

300

Leggi anche