Neve: allerta massima in tutta la Liguria, cautela
Neve: allerta massima in tutta la Liguria, cautela
Cronaca

Neve: allerta massima in tutta la Liguria, cautela

neve
foto di Carla Morando. Genova (1991)

Allerta neve arancione e gialla nell'entroterra ligure. Massima cautela negli spostamenti. Rischio di rallentamenti stradali. Le norme di comportamento da adottare in situazioni di pre-emergenza

Da oggi sulla Liguria c’è il rischio precipitazione neve. La Protezione Civile della Regione, proprio per questo, ha emanato l’allerta dell’Arpal, dissimile tra la costa e l’entroterra. E’ necessaria la massima cautela su zone specifiche.

Neve, le zone

Allerta arancione dalle 12 alle 24, successivamente gialla dalle 12 alle 24 dell’1 dicembre sull’entroterra che interesseranno queste località precisamente:
La costa fino a Noli, la valle del Centa e Imperia.
La costa da Spotorno a Camogli che comprendono val Polcevera e l’Alta val Bisagno.
La costa da Portofino fino a toccare la Toscana, Valfontanabuona, valle Sturla, e La Spezia.

Valle Stura ed entroterra savonese fino alla val Bormidavalle Scrivia, val d’Aveto e val Trebbia.

Si attende una proseguo delle precipitazioni nella giornata di sabato, quando a detta di Arpal sono previste nevicate moderate nelle aree interne, deboli sui rilievi e nelle quote collinari.

A seguito del messaggio di allerta gialla, emesso dal Centro Funzionale Meteo idrologico di Protezione Civile della Regione Liguria, che interessa il territorio del Comune di Genova dalle ore 12 alle ore 24 del primo dicembre, Il Centro Operativo Comunale ha adottato le seguenti misure:

L’Amt ha messo in atto le misure preventive stabilite dalla procedura di Allerta Neve, che prevede il monitoraggio della circolazione dei mezzi e la rigorosa dotazione di catene per alcuni autobus.

Difatti, il servizio potrebbe subire rallentamenti e limitazioni soprattutto sulle zone collinari. Mentre Amiu è stata allertata per un possibilissimo passaggio di mezzi spargisale lungo la viabilità principale e nelle zone collinari, – eventuali ulteriori interventi di spargimento di sale saranno predisposti dai Municipio -. La Polizia Municipale, invece, ha modificato il servizio di pronto impiego in via assoluta su eventuali situazioni critiche collegate con l’allerta. Infine l’AsTer ha attivato il proprio piano interno di emergenza.

Tutte le scuole sono state allertate. A disposizione anche i piani di accoglienza per i clochard, più di 50 i posti letto disponibili nelle varie associazioni di sostegno.

La Sala Emergenza di Protezione Civile del Comune sarà operativa fino alla cessazione dell’allerta. Durante il periodo i cittadini devono adottare tutte le protezioni del caso per evitare situazioni di emergenza o rischio di segnalazioni eccessive al 112Nue.

E’ necessaria la massima collaborazione tra i cittadini senza creare allarmismi ma solo buon senso. Il buon senso, che evita disastri naturali più o meno già visti nella Liguria. I nubifragi creano danni a Genova, come risaputo e appurato, non facciamo diventare la neve, che è elemento di gioia per grandi e piccini una stupidità umana.

Prevenire una situazione di allerta è sempre meglio che tappezzare o, peggio, recuperare poi i pezzi di un disastro annunciato. E, la neve, qui in Liguria non si vede da più di un decennio. Godiamocela al meglio!

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche