×

Berlusconi su Macron: “Un bel giovanotto con una bella mamma”

Berlusconi
Berlusconi

Silvio Berlusconi non è più Presidente del Consiglio, ma non perde la sua verve e il suo stile. La battuta di questi sul nuovo presidente francese Emmanuel Macron e la sua consorte Brigitte, ha ricordato le (innumerevoli) gaffe internazionali degli anni di Palazzo Chigi.

Berlusconi su Macron

Intervistato su Macron, Berlusconi lo ha descritto come “un bel ragazzo, che ha una bella mamma che se lo porta sottobraccio“, la “mamma” sarebbe la nuova first lady dell’Eliseo Brigitte Trogneaux. Una gaffe che in tempi precedenti avrebbe suscitato clamore e discussione, ma ora che il leader di Forza Italia non è più alla guida del paese è quasi passata inosservata.

Le precedenti battute di Berlusconi

Le gaffe di Berlusconi da capo del governo sono quasi innumerevoli.

Dall’epiteto di “abbronzato” riferito al presidente degli Stati Uniti Barack Obama al rimbrotto ricevuto dalla Regina d’Inghilterra perché parlava a voce troppo alta durante un incontro tra capi di Stato e di governo, dal “kapò” che rifilò all’allora capogruppo del Pse all’Europarlamento Martin Schulz (con invito a prendere parte ad un film sui campi di concentramento), alle corna dedicate al ministro degli Esteri spagnolo Josep Piqué durante una foto di protocollo in un altro vertice europeo e al “corteggiamento” millantato nei confronti dell’allora premier finlandese Tarja Halonen per ottenere l’Agenzia alimentare a Parma (uno scherzetto che valse la convocazione all’ambasciatore italiano ad Helsinki).

Nel 2009, secondo indiscrezioni di un tabloid inglese, durante un vertice di capi di governo dell’Unione Europa a Bruxelles per discutere le questioni relative al cambiamento climatico in vista del summit di Copenaghen, alla presenza di leader quali Gordon Brown, Brian Cowen, Angela Merkel e Nicolas Sarkozy, Berlusconi avrebbe scarabocchiato disegnini di “mutande femminili nel corso della storia” sotto il titolo “Mutandine da donna attraverso i secoli”, passando i suoi bozzetti agli altri premier affinché potessero apprezzarli, creando ilarità e imbarazzo fra i presenti.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora