Che cosa mangia un riccio - Notizie.it
Che cosa mangia un riccio
Animali

Che cosa mangia un riccio

L'alimentazione del riccio è varia e grazie a questa versatilità è facile agevolare tutte le sue esigenze all'interno di un habitat non naturale.

Il riccio è un animale che rappresenta il connubio tra dolcezza e pericolo, in quanto il suo aspetto piccolo e compatto suscita tenerezza ma al momento opportuno sfodera un manto di aculei appositamente donati dalla natura per l’autodifesa. Lungo all’incirca una trentina si centimetri con una coda di due /tre centimetri, ha il capo grande con orecchie larghe e arrotondate e il muso piccolo. Di fronte alla minaccia di un predatore, nemico naturale del riccio e di tantissimi altri animali, questo cerca di evitare di diventare la sua preda arrotolandosi su se stesso e attraverso l’utilizzo degli aculei si trasforma in una sfera pungente capace di allontanare qualsiasi predatore. La sua dote di protezione oltre a essere utilizzata come difesa nei confronti di attacchi di predatori è usata anche come difesa nella caduta. I ricci per natura tendono ad arrampicarsi sugli alberi e spesso capita che possano cadere da un ramo, in questi casi utilizzano la loro difesa proteggendosi cosi da danni alle parti non protette come testa e zampe.

Appartenente alla famiglia degli Erinaceidi è un mammifero notturno, tendente a evita le ore diurne per proteggersi dagli attacchi dei predatori. Spesso ci si pone la domanda: <<ma cosa mangia un riccio?>>. La dieta di questo mammifero non si limita a una cerchia ristretta ma spazia nel campo di una varietà di alimenti tra cui insetti, frutta, verdura e altri tipi di vegetazione.

Alimentazione del riccio

Il riccio viene classificato come insettivoro, ma sembra che abbia una forte capacità di adattamento in natura, infatti mangia una grande varietà di insetti tra cui vermi e lumache, molluschi e piccoli animali.
Molte persone, dopo aver visto dal vivo o in foto le immagini di un riccio, pensano e desiderano adottarne uno data la dolcezza tipica del mammifero che suscita nelle persone, ma è bene sapere che sono animali che necessitano di attenzioni e cure particolari nel caso in cui si decida di allontanarli dal loro habitat naturale e che esistono in commercio anche alimenti specifici per i ricci, formulati appositamente per agevolare il mammifero alle proprie esigenze dietetiche data la condizione di cattività.

Nel caso in cui sia difficile reperire cibo formulato appositamente per l’alimentazione dei ricci è possibile acquistare anche cibo per gatti ricco di proteine e a basso contenuto di grassi, che può essere dato all’animale accompagnato da piccole quantità di frutta e verdura. Data la versalità alimentare del riccio è possibile sopperire, in casi eccezionali e di emergenza, alla mancanza di cibo specifico per ricci.
È bene essere a conoscenza, nel caso in cui si possieda o si desideri adottare un riccio, di alcune tipologie di frutta e verdura che può mangiare e sono: mela, carota rigorosamente cotta, banana, melone, patata dolce, pesche anche quelle nettarine, prugna, pera, ciliegie, fragole e frutti di bosco in genere, peperoni ovviamente non quelli piccanti, asparagi, fagioli verdi, cetrioli, spinaci, zucchine e broccoli. L’alimentazione versatile di questo mammifero aiuta sia l’animale in sé che il padrone che decide di adottarne un esemplare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche