Come cucinare i cipollotti
Lifestyle

Come cucinare i cipollotti

cucinare i cipollotti

I cipollotti sono un'alternativa alle cipolle tradizionali, con un gusto meno pungente. Ecco come cucinarli.

L’utilizzo dei cipollotti nella nostra cucina è fondamentale. Aggiunge ai nostri piatti un tocco di raffinatezza oltre un sapore delicato ma molto caratteristico. I cipollotti, sia cotti che crudi, possono essere cucinati insieme a minestre e salse, oppure soffritti in abbinamento ad altre verdure, o con la carne. In questa ricetta vedremo come cucinare i cipollotti in modo che rimangano croccanti e con un sapore fresco.

I cipollotti

I cipollotti, diversi per qualità e gusto dalle cipolle comuni, possono essere usati in numerose ricette. Hanno un sapore più delicato rispetto alle cipolle che si usano tradizionalmente e sono perfetti per arricchire piatti a base di carne e pesce. Oltre ad aggiungere un gusto peculiare ai nostri piatti, sono ricchi di vitamina C e B e hanno buone proprietà diuretiche. Partiamo dall’inizio, allora, e vediamo come pulire, tagliare e cucinare i cipollotti.

Come tagliare il cipollotto

Forse non tutti sanno che il gambo verde del cipollotto, la parte che esce dal terreno, può essere anch’esso raccolto e cucinato.

Se doveste comprarlo al supermercato si raccomanda, però, di evitare i cipollotti ammaccati.

  • Per prima cosa, dobbiamo pulire per bene il cipollotto servendoci di un po’ di acqua. Mettiamolo, allora, in uno scolapasta sotto l’acqua corrente per rimuovere la terra o altri eventuali residui naturali. È importante ricordarsi, però, che non va tenuto troppo tempo sotto l’acqua. Un lungo bagno, infatti, potrebbe fargli perdere il suo sapore agrodolce.
  • Posizioniamo, ora, i cipollotti sul tagliere e, tenendoli fermi, tagliamo a fettine sottili il gambo verde. È un’operazione delicata perché dobbiamo stare attenti a tagliare solamente il gambo verde escludendo invece la parte bianca.
  • I gambi verdi possono essere mangiati anche crudi se uniti a insalate, pasta al pomodoro e frittate.

Come cucinare i cipollotti

Ora che abbiamo tagliato i cipollotti, è giunto il momento di metterli a rosolare.

  • Tagliamo a metà lo stelo bianco e, con un pennellino, spalmiamo i gambi con dell’olio d’oliva.
  • Spezzettiamo i gambi fino ad ottenere delle listarelle sottili.
  • Mettiamo in una padella antiaderente un cucchiaio di olio d’oliva e accendiamo il fornello a fuoco medio.
  • Mettiamo, ora, i gambi nel tegame e, sempre a fuoco medio, aggiungiamo un altro filo d’olio.
  • Una volta che l’olio comincia a scaldarsi, abbassiamo la fiamma e cominciamo a girare le cipolle aiutandoci con un mestolo di legno.
  • Aggiungiamo un pizzico di sale e, se piace, una spolverata di aglio.
  • Sempre aiutandoci con un mestolo, continuiamo a girare il tutto per 5-10 minuti.

    Meno tempo lasciamo la pietanza a rosolare e più risulterà croccante il nostro cipollotto. Quando il colore dei cipollotti inizia a essere più dorato, la rosolatura è completata.

I cipollotti rosolati assicurano ai vostri piatti un sapore più delicato rispetto alla cipolla o al porro.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche