×

Come prendersi cura dei gamberetti Mysis

default featured image 3 1200x900 768x576
87536152 xs

Questi possono essere minuscoli gamberetti, ma servono come fonte di cibo per molti animali acquatici come i cavallucci marini, i pesci ago ed i seadragons, che mangiano solo le creature viventi. La raccolta, la cura e l’allevamento dei gamberetti Mysis è spesso il modo più economico ed efficiente per sostenere una fonte di cibo per le tue altre creature di mare.

Istruzioni

1 – Riempire un acquario da 30-galloni con acqua e sale marino sintetico.

Usa l’ idrometro per verificare il rapporto tra sale e acqua. L’acqua deve raggiungere una salinità di 20-22 ppt.

2 – Installare un powerhead sicuro di acqua salata per far circolare l’acqua nel serbatoio. Il powerhead deve puntare verso l’estremità opposta al lato nel quale è stato collegato.

3 – Posizionare una fonte di alghe nel serbatoio. Lasciare che le alghe crescano e si sviluppino per almeno tre settimane prima di aggiungere i gamberi.

4 – Monitorare i livelli di temperatura, pH, salinità, ammoniaca e nitrito dell’acqua in acquario. La temperatura ideale dovrebbe essere mantenuta a 75 gradi Fahrenheit, e il pH a circa 8.2. L’ammoniaca non deve superare i 0,1 mg / l, e il nitrito non deve andare oltre 0,01 mg / l. Aggiungere più acqua salata se la salinità non è tra 20 e 22 ppt.

5 – Aggiungere fino a 200 gamberetti adulti Mysis all’acquario.

6 – Dare al gambero Mysis scampetti in salamoia due volte al giorno.

Note:

– Se si vuole allevare gamberetti Mysis, è necessario utilizzare un separatore di rete per mantenere gli adulti separati dai cuccioli.

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora