×

“Comunista”: cubani distruggono i CD di Laura Pausini, e lei risponde

Laura Pausini ha replicato contro gli esuli cubani che hanno distrutto i suoi dischi e l'hanno accusata di essere castrista e comunista.

Laura Pausini

Dopo che ha iniziato a circolare una sua foto in compagnia di un gruppo di membri dei servizi segreti di Cuba, Laura Pausini è finita sotto accusa da parte di alcuni esuli cubani. La cantante ha replicato via social.

Laura Pausini: la risposta agli esuli cubani

Nei giorni scorsi Laura Pausini ha postato sui social una foto in cui è ritratta accanto ad alcuni membri dei servizi segreti di Cuba e contro di lei si è scatenato un putiferio: alcuni esuli cubani che oggi si trovano negli Stati Uniti, hanno iniziato a distruggere i dischi della cantante (i video sono circolati sui social) e l’hanno accusata di appoggiare il regime e di essere “castrista e comunista”. Laura Pausini ha replicato via social affermando: “Ah quindi chi va a Cuba alimenta la dittatura? Non sapevo che funzionasse così.

E allora se vieni in Italia che cosa alimenti? La pizza?”.

La risposta della cantante basterà a placare la polemica nei suoi confronti?

Il Covid

Nei giorni scorsi Laura Pausini ha annunciato di aver avuto alcuni problemi di salute a causa della sua positività al Coronavirus e ha intimato ai fan di fare attenzione alle misure anti-contagio. “Ebbene sì, c’era qualcosa che non andava. Non mi sento bene da sabato.

Ho pensato che fosse causato dalla stanchezza accumulata ma non era così. Ho appena scoperto di essere positiva al Covid e per questo motivo sono isolata e non posso viaggiare”, ha scritto la cantante annunciando ai fan la sua positività al Coronavirus.

Contents.media
Ultima ora