×

Conference League, violenti scontri a Tirana tra tifosi di Roma e Feyernoord: il bilancio dei feriti

A poche ore dalla finale di Conference League tra Roma e Feyernoord si sono verificati violenti scontri a Tirana. Il bilancio dei feriti.

Conference League scontri Tirana

Nella tarda serata di martedì 24 maggio, la città di Tirana è stata campo di violenti scontri tra i tifosi di Roma e Feyernoord. Stando a quanto riporta ANSA il bilancio è di 30 feriti. Di questi tre sono tifosi romanisti, quattro della squadra avversaria, tre di nazionalità albanese e 20 poliziotti.

Conference League, violenti scontri a Tirana

Ad ogni modo vale la pena precisare che, a poche ore dall’inizio della finale di Conference League l’allarme rimane alto. Tra le varie aree della città e la zona dello stadio Arena Kombetare, sarebbero stati dislocati dalla polizia albanese 2800 agenti.

Per ciò che riguarda i feriti pare che non vi siano stati tifosi in pericolo di vita: tutti coloro che sono stati ricoverati nei vari ospedali sono stati dimessi.

Si segnala inoltre l’arresto di 48 tifosi italiani e 12 olandesi in quanto “coinvolti in atti violenti”. I primi sono stati trasportati a Durazzo e rimandati in Italia via traghetto. Rimpatrio anche per i secondi, ma in questo caso per via aerea.

Ad ogni modo stando a quanto riportano i media locali sarebbero 80 i tifosi rimandati indietro e diretti in Italia. La loro identificazione è avvenuta grazie alla collaborazione dell’Ambasciata italiana e l’interforce.

L’appello della Polizia albanese

Nel frattempo il vicedirettore della polizia di Stato albanese Dervishi ha lanciato un appello ai citadini italiani e olandesi: “Ai cittadini italiani e olandesi faccio un altro appello, quello di comportarsi come cittadini europei.

Qui la legge sarà rigorosamente rispettata e applicata, e faccio presente che non obbedire agli ordini della polizia e gli attacchi alle forze dell’ordine sono reati che secondo la legislazione albanese vanno condannati con una pena fino a sette anni di reclusione”.

Contents.media
Ultima ora