×

Covid, per gli esperti dell’Oms la pandemia avrebbe potuto essere evitata

Secondo un gruppo di esperti indipendenti dell'Oms la pandemia di Covid avrebbe potuto essere evitata se non fosse stato per l'inazione di molti paesi.

covid oms pandemia

La pandemia di Covid avrebbe potuto essere evitata: è questo l’esito di un rapporto stilato da un gruppo di esperti indipendenti dell’Oms istituito dal direttore generale dell’organizzazione Tedros Ghebreyesus. Il comitato punta in particolare il dito contro le condotte tenute dai governi di vari paesi del mondo, rei di aver compiuto scelte fatali che hanno determinato un vero e proprio “cocktail tossico” di negazione, scelte sbagliate e mancanza di coordinamento che hanno reso incontrollabile una situazione che poteva essere tranquillamente prevista e neutralizzata in tempo.

Covid, pandemia evitabile per gli esperti Oms

Stando a quanto dichiarato dall’ex primo ministro della Nuova Zelanda Helen Clark, co-presidente del comitato di esperti assieme all’ex presidente della Liberia Ellen Johnson Sirleaf, a essere determinante al precipitare della situazione sarebbe stato anche il tardivo intervento nei confronti degli spostamenti tra le nazionli: “Se le restrizioni agli spostamenti fossero state imposte più rapidamente e diffusamente, avrebbero comportato una seria inibizione alla rapida trasmissione del virus: dobbiamo realizzare che viviamo nel 21esimo secolo, e non nel Medioevo.

Questa situazione è stata aggravata da una carenza di leadership globale”. Clark ha poi aggiunto che: “Ci sono stati ritardi evidenti in Cina ma ci sono stati ritardi ovunque.

Covid, pandemia evitabile: le accuse all’Oms

Nemmeno la stessa Organizzazione Mondiale della Sanità sembra essere esente da colpe per il comitato di esperti, che cita a tal proposito l’aver atteso fino al 30 marzo del 2020 per dichiarare la pandemia, quando sarebbe stato più saggio farlo prima del 30 gennaio quando la situazione era ancora relativamente gestibile.

Secondo gli esperti inoltre, i principali paesi del mondo industrializzato hanno la colpa di aver passato il mese di febbraio del 2020 a non fare praticamente nulla, quando invece avrebbero potuto prendere decisioni determinanti per contenere la pandemia.

Covid, pandemia evitabile secondo gli esperti dell’Oms: medici cinesi non ascoltati

Nel rapporto viene inoltre criticata la mancata attenzione data agli avvertimenti dei medici cinesi in merito ai primissimi casi di Covid alla fine del 2019. L’ex presidente liberiana Sirleaf ha infatti dichiarato: “Quando guardiamo indietro a quel periodo, cioè alla fine di dicembre 2019, vediamo come i medici di Wuhan hanno agito rapidamente quando hanno riconosciuto i primi casi di polmonite anomali. Tuttavia, il sistema di allarme funziona ad una velocità che non è sufficiente di fronte a un agente patogeno respiratorio in rapido movimento”.

Contents.media
Ultima ora