×

Covid, perché i decessi aumentano nonostante i casi in diminuzione? La parola agli esperti

In questo a periodo stiamo assistendo ad un nuovo calo dei contagi. Non è così invece per i decessi che sono in rialzo. Gli esperti spiegano perché.

Covid decessi aumento esperti

Questa estate del 2022 particolarmente calda è stata segnata da un nuovo calo dei contagi. Così non è stato invece per i decessi che sono in aumento. Sono diversi gli esperti che, in questo senso, hanno spiegato perché ciò accade. Da Massimo Galli passando per Roberto Burioni al ricercatore Matteo Villa, questo tema è diventato quanto mai centrale.

“Non è la prima volta” che a fronte a una curva epidemica in discese si registra un alto numero di decessi per Covid, “perchè purtroppo i morti rappresentano un’onda lunga di un’ondata precedente e purtroppo la fine del processo si osserva dopo”, ha affermato a tale proposito Massimo Galli in una intervista ad Askanews. 

Covid, perché i decessi aumento: parlano gli esperti 

Massimo Galli, nel corso della sua lunga riflessione, ha proseguito spiegando quali sono le principali criticità su questo fronte.

A partire da questo dato è necessario tenere conto che “per quanto non significativo ci fa pensare una cosa molto semplice. Che ahimè molti dei casi non vengono denunciati: chi ha l’infezione non fa i tamponi perchè sta andando in vacanza o è già in vancanza. Quindi il risultato è che, a meno che non si abbiano sintomi importanti, non si fa il tampone”. 

Burioni: “Le autorità chiariscano la situazione”

Il virologo Roberto Burioni ha analizzato la situazione da un’altra angolazione. L’esperto ha affermato su Twitter“O li stiamo contando male (ma pare di no), o li stiamo curando male (posso sospettarlo, ma non ho elementi concreti per dirlo), o chissà cosa altro. Certamente le autorità devono chiarire subito la situazione”.

Infine il ricercatore dell’ISPI Matteo Villa ha scritto sempre su Twitter: “Nell’ultima settimana il numero di decessi Covid ufficiali ha di molto superato le nostre proiezioni.

Prevedevamo un picco a 140 decessi al giorno. Siamo arrivati a 175. Davvero un’ondataccia”. 

Contents.media
Ultima ora