Pezzi di vetro nel succo di frutta: disposto il ritiro dal mercato
Pezzi di vetro nel succo di frutta: disposto il ritiro dal mercato
Cronaca

Pezzi di vetro nel succo di frutta: disposto il ritiro dal mercato

Pezzi di vetro nelle bottiglie di succo di frutta Ace. Su segnalazione della stessa azienda disposto il ritiro dal mercato per il lotto incriminato

Pezzi di vetro nel succo di frutta. Con questa motivazione il Ministero della Salute spiega il richiamo di un lotto di succo di frutta disposto dagli stessi produttori. Il richiamo riguarda un lotto di succo al gusto Ace a marchio Fruttissima. Un ritiro disposto in via precauzionale, e su segnalazione della stessa azienda produttrice, per prevenire eventuali rischi ai consumatori.

Schegge di vetro nelle bottiglie

Un ritiro disposto in seguito alla segnalazione di un acquirente, che aveva ritrovato una scheggia di vetro in una bottiglietta di succo. In particolare il ritiro delle merci dagli scaffali dei negozi riguarda il lotto LA194 delle confezioni di Fruttissima Ace da 200ml. Succo di frutta a gusti misti confezionato in bottiglie di vetro, la cui scadenza è fissata per il mese di ottobre 2019.

Il succo di frutta è prodotto dalla Società Conserve Italia Soc. coop. Agricola. La società ha sede a San Lazzaro di Savena, ma i prodotti in questione proverrebbero dallo stabilimento di Massa Lombarda in provincia di Ravenna.

Ed è proprio il produttore a lanciare per primo l’allarme, nella consapevolezza che i succhi in questione avevano già raggiunto il mercato.

La segnalazione ha portato all’attivazione dei protocolli del piano di autocontrollo HACCP da parte della stessa azienda, che ha immediatamente proceduto ad avvisare le autorità del Ministero del problema riscontrato.

Prodotti da restituire nei punti vendita

Si raccomanda ora, a chiunque dovesse aver acquistato una o più confezioni di succo di frutta Ace del lotto LA194, di non consumare il prodotto, e restituirlo invece al punto vendita presso il quale era stato effettuato l’acquisto.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche