×

Incidente all’ex Ilva di Taranto: fiamme altissime nell’acciaieria

Un incidente al locale caldaie ha provocato un incendio all'ex Ilva di Taranto. I sindacati: "Necessità di interventi immediati".

incidente ilva incendio
incidente ilva incendio esplosioni taranto

Paura all’ex Ilva di Taranto, dove si è verificato un incidente che ha coinvolto una caldaia di colata contenente metallo fuso. La caldaia si sarebbe bucata e starebbe sversando l’acciaio, provocando un incendio con fiamme altissime. Il rogo avrebbe raggiunto anche alcune tubature del gas.

La notizia è stata diffusa da Fiom, Fim e Uilm. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco, che hanno evitato il peggio.

Incidente all’ex Ilva

Secondo quanto emerso dalle informazioni trapelate fino a questo momento, l’incidente si è verificato nel reparto Acciaieria 2 dello stabilimento di Taranto.

Qui una sviera (nome con cui viene indicata la caldaia di colata) uscita dal Convertitore 1 si è forata e ha sversato il metallo fuso in una fossa. Il calore ha generato fiamme altissime. Non c’è pace all’acciaieria più grande d’Italia, nei delicati giorni di trattative dopo il ritiro di ArcelorMittal.

Le proteste dei sindacati

L’episodio non ha provocato vittime né feriti, ma, secondo i sindacati, rivela una “mancanza inaudita, la completa assenza della distribuzione d’acqua della linea di emergenza che doveva essere utile al reintegro delle cisterne e di supporto a tutta l’acciaieria in caso di incendio”.

Quanto accaduto è intollerabile, continuano le sigle sindacali: l’ennesima “dimostrazione che l’Acciaieria 2 e tutti gli altri impianti necessitano di interventi immediati e di una seria manutenzione ordinaria e straordinaria, sino a oggi solo annunciata senza nessun effettivo intervento”.

Fim, Fiom e Uilm hanno chiesto “un incontro urgente per trovare una soluzione definitiva, atta a evitare ulteriori episodi, attraverso l’impiego concreto di attività manutentiva”.

Giornalista pubblicista classe 1994, nata in provincia di Monza e Brianza, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:
2 Commenti
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
GIOVANNI DIGIUNI
12 Novembre 2019 17:47

non si chiama SVIERA MA SIVIERA.MA VOI SAPETE COSA SIA UN ACCIAIERIA,RISPETTO E ONORE PER TUTTI I LAVORATORI DELL’ACCIERIA.

GIOVANNI DIGIUNI
12 Novembre 2019 17:48

non si chiama sviera ma siviera rispetto a tutti i lavoratori delle acciaierie.


Contatti:
Lisa Pendezza

Giornalista pubblicista classe 1994, nata in provincia di Monza e Brianza, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora