×

Nigeriano si masturba sul bus, assolto: “Era domenica”

Condividi su Facebook

Un nigeriano sorpreso a masturbarsi su un bus a Trento è stato assolto poiché i fatti erano accaduti di domenica.

Nigeriano masturba bus assolto

Il 16 marzo 2018, un uomo di 38 anni proveniente dalla Nigeria, fu sorpreso e ripreso con uno smartphone mentre si masturbava su un autobus, dell’azienda rentino Trasporti, partito da Trento con destinazione Canazei. In poco tempo, il video divenne virale su internet, e la notizia giunse anche a tutti i quotidiani, facendo nascere un vero e proprio caso, tanto che la parlamentare leghista Stefania Segnana , chiese al leader del suo partito, Matteo Salvini, di intervenire.

Nigeriano si masturba sul bus: assolto

Secondo quanto emerso dalle indagini, sembrerebbe che il nigeriano avesse ricevuto delle immagini pornografiche sul proprio cellulare e dunque avrebbe iniziato a masturbarsi senza considerare che si trovava su un mezzo pubblico.

L’uomo aveva ammesso le sue responsabilità, ed era anche risultato recidivo. fin da subito sono scattati i domiciliari, in seguito sono stato disposti anche tre mesi di reclusione in primo grado. A due anni di distanza dai fatti, il nigeriano, che ha problemi psichici, è stato assolto dalla Corte di Appello dopo che la corte ha accolto le tesi della difesa. Secondo l’avvocato della difesa, il reato è punibile sono in determinate circostanze e nello specifico se il fatto avviene “all’interno o nelle immediate vicinanze di luoghi abitualmente frequentati da minori e se da ciò deriva il pericolo che essi vi assistano”.

Durante l’avvenimento dei fatti, l’uomo di 38 anni, si trovava su bus di domenica alle 7:45, e dunque l’avvocato ha fatto notare che in quell’orario e di domenica non ci era alcun bambino o minore sul bus che potesse assistere alla scena, dal momento che solitamente si trovano sempre a letto. Caduta l’aggravante, è venuta meno pure la punibilità, anche la Procura Generale era dello stesso avviso dell’avvocato dell’imputato.

Nato in Provincia di Lucca nel 1993, si è laureato in “Psicologia della Comunicazione e del Marketing” presso L’università di Roma “La Sapienza”. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per Cina in Italia e per diversi Blog Aziendali.


Contatti:

8
Scrivi un commento

1000
3 Discussioni
5 Risposte alle discussioni
0 Follower
 
Commenti con più reazioni
Discussioni più accese
8 Commentatori
più recenti più vecchi
Gianni Longo

Giudice e magistrati che hanno preso in carico questo idiora e assolto, sarebbero tutti da mandare a pascolare le pecore.

Nicolo

Insieme a te che sei un ignorante. Vorrei vedere la tua laurea in giurisprudenza.

Aaaa

Di sicuro a tua moglie sarebbe piaciuto assistere a uno spettacolino del genere.

Zuk

Anche a tua madre. Appena le ho raccontato la vicenda non si teneva.

Sss

Serve una laurea in giurisprudenza per capire che non lo si può assolvere?
Quella facoltà produce solo malati di mente🤦🏻‍♂️

Tiziaan

😅😅

Kexant

L’avvocato che ha difeso il nigeriano lo devono uccidere , voglio vedere se le capita a uno dei suoi figli come farà , continuerà a difendere la delinquenza

dellelmodiscipio

Però non ho mai letto di un babbo condannato per esser stato visto dal bambino mentre si faceva una sega..


Contatti:
Martino Grassi

Nato in Provincia di Lucca nel 1993, si è laureato in “Psicologia della Comunicazione e del Marketing” presso L’università di Roma “La Sapienza”. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per Cina in Italia e per diversi Blog Aziendali.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.